[ad_1]

(ANSA) – VARESE, 02 APR – Messaggi d’amore per ricordare
Alessio e Giada Rossin, 7 e 13 anni, uccisi dal loro padre una
settimana fa, sono stati letti all’apertura delle celebrazioni
dei loro funerali, questa mattina a Mesenzana (Varese), dove
centinaia di persone hanno affollato il piazzale della chiesa.
   
Grande silenzio al passaggio delle due barre bianche,
sommerse di fiori gialli, seguite dalla mamma dei piccoli,
Luana, e dai suoi familiari. “Alessio pedalava velocissimo”, ha
letto una zia delle piccole vittime parlando della passione del
nipote per la bici, “Giada era una principessa e aveva un
carattere perseverante, un’adolescente piena di splendore”. Poi
ha aggiunto: “Se il vostro ricordo sarà in tutti noi voi sarete
sempre qui, a un passo dal cuore”.
   
Anche il sindaco Alberto Rossi, che ha proclamato il lutto
cittadino, ha voluto manifestare vicinanza alla famiglia dei
bambini: “Diciamo a Luana che non è sola e che i suoi figli
resteranno sempre in maniera indelebile nel nostro cuore”. Il
parroco Don Michele Ravizza ha riservato la sua omelia al dolore
e alla fatica di trovare una spiegazione. “Come faremo ad andare
avanti? La morte non è l’ultima parola nella vita di Giada e
Alessio e nella nostra vita” ma è “una croce che fiorisce, siamo
certi che il futuro come la primavera tornerà a fiorire”.
   
(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA