[ad_1]

La dose booster del vaccino contro il virus Sars-Covid 19, assicura un livello di protezione pari al 91%. Lo si evince dal report settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità. L’efficacia arriva al 73% per i vaccinati con ciclo completo dal meno di 90 gironi, del 75% nei vaccinati con ciclo completo da 91 e 120 giorni, del 75% nei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 120 giorni. Ma intanto la diffusione e la contagiosità di Omicron 2 resta alta, ache se non tutto il male vien per nuocere almeno a sentire il virologo Fabrizio Pregliasco, docente dell’università Statale di Milano. “Perché si può ipotizzare che si fermerà” a breve termine la furia di 
Covid, “salvo un’altra variante di Sars-CoV-2 che arrivi diretta a sparigliare le carte? Perché Omicron 2, se da un lato ha interrotto quel calo repentino che stavamo vedendo nella nostra quarta ondata, dall’altro lato ci sta facendo un lavoro, seppur sporco: essendo così diffusiva, in fondo fa dei booster naturali ai vaccinati che si infettano e butta la palla in avanti. Nel senso che rinforza e mantiene un elevato numero di persone con anticorpi e protezione immunitaria adeguata, che li protegge per un po’. Questo è il gioco”. Il professor Pregliasco però non nasconde anche i rischi. “Fondamentale è ricordare che Omicron non ha fatto sì che questo virus diventasse un raffreddore. Sicuramente è meno pesante dal punto di vista degli effetti ma, come vediamo dai dati di mortalità che in questo momento stanno salendo, può determinare soprattutto nei non vaccinati effetti pesanti”.

Sono 70.803 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 74.350) a fronte di 477.041 tamponi effettuati su un totale di 201.899.959 da inizio emergenza. È quanto si legge nel bollettino del Ministero della Salute-Istituto Superiore di Sanità di oggi. Nelle ultime 24 ore sono stati 129 i decessi (ieri 154), che portano il totale di vittime da inizio pandemia a 159.666. Con quelli di oggi diventano 14.790.806 i casi totali di Covid in Italia. Attualmente i positivi sono 1.277.611 (+6.124), 1.267.169 le persone in isolamento domiciliare. I ricoverati in ospedale con sintomi sono 9.949 di cui 493 in Terapia intensiva. I dimessi/guariti sono 13.353.529 con un incremento di 65.159 unità nelle ultime 24 ore. La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore è il Lazio (9115), poi Lombardia (8782), Campania (7537), Veneto (6821) e Puglia (6670).

Il confronto degli tre anni di pandemia:

Covid Italia e Lombardia, bollettino del 2 aprile 2021

Coronavirus Italia, il bollettino del 2 aprile 2020

Italia / Pdf

Ricoveri, visite e accertamenti da recuperare negli ospedali a causa di quest’ultima ondata pandemica, ma anche pazienti affetti da long Covid da continuare a seguire. Strascichi anche importanti che in media interessano intorno al 15% dei guariti, con il 41,7% delle strutture ospedaliere che indica una percentuale tra il 5 e il 10% di long Covid, che sale però tra il 10 e il 20% nel 33,3% dei nosocomi, tra il 20 e il 30% dei guariti nell’8,3% degli ospedali, mentre soltanto il 16,7% delle strutture ha rilevato meno di un 5% di long Covid. Il dato è evidenziato dall‘indagine lanciata dalla Federazione degli internisti ospedalieri (Fadoi) condotta su 19 regioni. I disturbi prevalenti sono: stanchezza cronica, accusata dal 79,2% dei guariti, difficoltà respiratorie ( 62,5%), nebbia cerebrale( 20,8%), mentre il 16,7% ha accusato problemi neurologici e una stessa percentuale cardiaci.

Lombardia

Con 66.588 tamponi effettuati è di 8.782 il numero di nuovi positivi al Coronavirus registrati in  Lombardia, con un tasso di positività in aumento al 13,1% (ieri era al 12,6%). Il numero dei ricoverati è in calo nelle terapie intensive (-2, 40) e in aumento nei reparti (+8, 1.078). Sono 12 i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 39.280. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 2.882 casi, a Bergamo 576, a Brescia 1.088, a Como 486, a Cremona 289, a Lecco 365, a Lodi 136, a Mantova 475, a Monza e Brianza 765, a Pavia 448, a Sondrio 92 e a Varese 883.

Regioni

  • Abruzzo – Si registrano 2.068 nuovi casi e tre decessi. Sono 296 i pazienti ricoverati in area medica (+1) e 17 quelli in terapia intensiva (+1). Le persone in in isolamento domiciliare sono 4.2020(+950).
  • Alto Adige – Due decessi e  489  nuovi contagi sono 489, di cui 38 individuati con i tamponi Pcr (su 600 test effettuati) e 451 con gli antigenici (su 3.265 test effettuati). Le persone in isolamento domiciliare sono complessivamente 6.767. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 61, a cui si aggiungono tre persone in terapia intensiva.
  • Basilicata – Sono 948 i positivi emersi nella giornata di ieri, dopo l’esame di 3.874 tamponi (molecolari e antigenici): lo ha reso noto la task force regionale sulla pandemia, aggiungendo che sono stati registrati anche un decesso e altre 708 guarigioni. Negli ospedali lucani sono ricoverate 106 persone, delle quali tre in terapia intensiva.
  • Calabria – Sono 2.502 i nuovi contagi registrati (su 11.729 tamponi effettuati), +1.657 guariti e 4 morti (per un totale di 2.318 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +841 attualmente positivi, -7 ricoveri (per un totale di 355) e, infine, +1 terapie intensive (per un totale di 21).
  • Campania – Sono 7.537 i nuovi positivi su 42.085 test esaminati. Il tasso di incidenza è al 17,9%, sostanzialmente stabile rispetto al 18,16 di ieri. Il bollettino della Regione Campania censisce sei nuove vittime. In significativa crescita l’occupazione dei posti letto in terapia intensiva, a quota 39 (+5 rispetto a ieri) mentre cala quella nelle degenze (720, -13).
  • Emilia Romagna Sono 4.600 i nuovi casi di coronavirussulla base di circa 22mila tamponi nelle ultime 24 ore, età media 44 anni. I ricoveri sono stabili nelle terapie intensive (36 pazienti, età media 69 anni), mentre salgono negli altri reparti Covid: i degenti sono 1.162, 23 in più da ieri, età media 76 anni. Si contano altre otto vittime in regione, per un totale di 16.278 da inizio pandemia. In calo i casi attivi sul territorio: sono 54.187 (-2.228 da ieri), di cui il 97,8% in isolamento a casa.
  • Friuli Venezia Giulia  Su 3.981 tamponi molecolari sono stati rilevati 346 nuovi contagi, con una percentuale di positività dell’8,69%. Sono inoltre 6.935 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 823 casi (11,87%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 6, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 145. Nella giornata odierna si registra il decesso di un uomo di 75 anni di Trieste. Il numero complessivo dei decessi ammonta a 4.921. I totalmente guariti sono 307.671, i clinicamente guariti 235, mentre le persone in isolamento risultano essere 23.845. 
  • Liguria –  Sono 1.576 i nuovi positivi a fronte di 2.497 tamponi molecolari a cui si aggiungono 8.235 test antigenici rapidi. Due le vittime
  • Lazio – Su 10.069 tamponi molecolari e 50.149 tamponi antigenici, per un totale di 60.218 tamponi, si registrano 9.115 nuovi casi positivi (+655); sono 4 i decessi (-5), 1.193 i ricoverati (-9), 76 le terapie intensive (-1) e +6.648 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 15,1%. I casi a Roma città sono a quota 4.065. 
  • Marche – Continua la discesa dell’incidenza di casi di coronavirus, e torna verso quota mille: nell’ultima giornata si sono registrati 2.180 casi e l’incidenza si è attestata a 1.014,31 contro i 1.025,57 di ieri. Per quanto riguarda i ricoveri segnano un paziente Covid in meno in 24ore (ora sono 250): in Terapia intensiva, 10 degenti (-3) e in Area Medica 239 (+2). Sette le vittime.
  • Piemonte –  Sono 2.665 i nuovi casi di positività  pari al  7,8% dei 33.999 tamponi effettuati. I nuovi decessi sono cinque. Aumentano i ricoveri: nei reparti ordinar, sei in più rispetto a ieri, e in terapia intensiva 28, due in più.
  • Puglia – Registrati 39.011 test per l’infezione da Covid-19 e 6.670 nuovi casi. Inoltre sono stati registrati 15 decessi. Attualmente sono 118.105 le persone positive, 678 sono ricoverate in area non critica e 40 in terapia intensiva. Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono 9231.368 a fronte di 9.807.723 test eseguiti, 805.274 sono le persone guarite e 7.989 quelle decedute. 
  • Sardegna – Si registrano oggi 1.677 ulteriori casi confermati di positività  (di cui 1.379 diagnosticati da antigenico). Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 10.623 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 24 (+2). I pazienti ricoverati in area medica sono 325 (-8). 30.378 sono i casi di isolamento domiciliare (+42). Si registrano 6 decessi.
  • Sicilia – Sono 4.952 i nuovi casi di Coronavirus (ieri 4.749), a fronte di 29.862 tamponi effettuati, su un totale di 11.875.723 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 12 decessi (ieri 27) che portano il totale delle vittime, sull’isola, a 10.120. E’ quanto si legge nel bollettino di oggi del Ministero della Salute e della Protezione Civile. Il numero degli attualmente positivi in Sicilia è di 186.235 (-1166), mentre le persone ricoverate con sintomi sono 973, di cui 65 in Terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 185.197 pazienti. I guariti/dimessi dall’inizio dell’emergenza ad oggi sono 789.953 (+.6724). 
  • Toscana –  Sono 4.698, età media 43 anni, i nuovi casi di Coronavirus in Toscana dove oggi si registrano 7 decessi. Dall’inizio dell’epidemia nella regione sono 993.875 i contagi e 9.524 i deceduti. I ricoverati oggi sono complessivamente 891 (8 in meno rispetto a ieri), di 36 in terapia intensiva (+8). I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 934.792 (94,1% dei casi totali), mentre gli attualmente positivi sono 49.559. Oggi sono stati eseguiti 7.197 tamponi molecolari e 23.184 tamponi antigenici rapidi, di questi il 15,5% è risultato positivo. Sono invece 7.166 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 65,6% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 49.559, +1,2% rispetto a ieri. 
  • Trentino – Sono due le persone decedute nelle ultime 24 ore a causa del Covid. I nuovi casi di contagio individuati sono 401, a fronte di 3.627 tamponi antigenici effettuati (di cui 385 sono risultati positivi) e 262 tamponi molecolari (di cui 16 risultati positivi).  Sul fronte delle vaccinazioni, si registrano 1.205.741 di somministrazioni, di cui 427.189 seconde dosi e 328.435 terze dosi.
  • Valle d’Aosta –  64 nuovi positivi, il totale diventa quindi di 32.754 da inizio pandemia, secondo i dati del bollettino regionale. I positivi attuali sono 1.250. Tra questi nessuno in terapia intensiva e 20 ricoverati. Il totale dei decessi resta di a 525.
  • Veneto Sono 6.821 i nuovi contagi individuati con i tamponi nelle ultime 24 ore (ieri erano 7.333). Resta quindi ancora alta la presenza del virus in regione, dove si contano anche 20 vittime in più rispetto a ieriIl totale di quanti hanno contratto il coronavirus dall’inizio dell’epidemia supera il milione e mezzo di persone, 1.504.856, quello dei decessi sale a 14.184. Cresce il dato degli attuali positivi, 82.106, (+465). I numeri ospedalieri registrano un calo per quanto riguarda i posti letto occupati da malati Covid in area medica, 806 (-34), mentre sale leggermente quello dei ricoverati in terapia intensiva, 61 (+2). 

 

[ad_2]

Source link