[ad_1]

di Lorenzo Cremonesi, Giusi Fasano, Andrea Nicastro, Marta Serafini

Le notizie di marted 5 aprile sulla guerra, minuto per minuto. Il New York Times ha pubblicato immagini satellitari che confuterebbero la versione russa delle atrocit compiute a Bucha. Biden: Putin sia processato. Oggi Zelensky parla all’Onu

• La guerra in Ucraina al 41esimo giorno.
• Mentre Mosca continua a negare responsabilit sul massacro di Bucha, il New York Times ha ricostruito con immagini satellitari che i corpi sarebbero nelle strade da settimane — cio da prima del ritiro delle truppe russe
• Il premier ucraino Zelensky oggi parler all’Onu. Ieri ha fatto visita alla citt di Bucha, definendo i soldati russi macellai e mettendo in guardia sulle immagini che stanno per emergere da altri villaggi finora occupati dai russi.


• Il presidente americano Joe Biden ha chiesto un processo per crimini di guerra contro Vladimir Putin.
• Francia e Germania hanno espulso diplomatici russi. Mosca ha replicato che risponder duramente

. L’alto rappresentante della Ue Borrell: L’Unione europea avanzer con urgenza nuove sanzioni contro la Russia
.



Le autorit ucraine hanno denunciato il ritrovamento, in un villaggio a ovest di Kiev, di cinque corpi di civili con le mani legate dietro la schiena, tra cui quelli della sindaca Olga Sukhenko, del marito e di suo figlio.

***


Ore 9.14 – Francia: possibile unit Ue su sanzioni petrolio e carbone
Siamo pronti a rafforzare le sanzioni: petrolio e carbone sono una possibilit, bisogna discuterne per costruire unit tra i Stati membri. Lo ha detto il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, al suo arrivo alla riunione Ecofin a Lussemburgo. Penso che ci sia una determinazione di tutti i 27 Stati membri nel rafforzare le sanzioni. E questo il punto chiave. Penso anche che preservare l’unit dei 27 Stati membri quando si decide sulle sanzioni sia assolutamente fondamentale.

Ore 9.00 – Il presidente del Parlamento russo: A Bucha solo bugie

Una provocazione per screditare la Russia. Cos il presidente della Duma Vyacheslav Volodin ha definito la situazione di Bucha, alle porte di Kiev. Washington e Bruxelles sono gli sceneggiatori e i registi, mentre quelli di Kiev sono gli attori. Non ci sono fatti, solo bugie.

Ore 8.50 – Gentiloni: discutiamo sanzioni rafforzate

Discuteremo dello stato di avanzamento delle sanzioni, la loro attuazione, cosa possiamo fare contro le scappatoie e se necessario rafforzare le sanzioni perch ogni giorno siamo colpiti da queste immagini. Abbiamo nuove immagini dai satelliti di ci che sta accadendo a Bucha e dobbiamo reagire. Cos il commissario all’Economia, Paolo Gentiloni, al suo arrivo alla riunione dell’Ecofin a Lussemburgo. Avremo anche la possibilit di parlare con il ministro delle Finanze ucraino Serhij Marcenko e di discutere con lui ulteriori iniziative a sostegno.

Ore 8.40 – Kiev: oggi 7 corridoi umanitari, Mariupol sempre bloccata

Oggi sono previsti in Ucraina sette corridoi umanitari, compresa la citt assediata di Mariupol. Lo annuncia la vice prima ministra Iryna Vereshcuk su Telegram. Il percorso da Mariupol diretto a Zaporizhzhia (circa 200 chilometri a nord-ovest), con mezzi propri, spiega Vereshchuk, precisando che le forze russe, nonostante le promesse, non consentono a nessuno di recarsi a Mariupol. Gli occupanti hanno bloccato a Mangush i rappresentanti del Comitato Internazionale della Croce Rossa. Dopo i negoziati, sono stati rilasciati nella notte e inviati a Zaporizhia.

Ore 8.33 – Kiev: 165 bambini uccisi da inizio guerra

Sono 165 i bambini morti e 266 quelli feriti in seguito all’invasione russa. Lo rende noto l’Ufficio del procuratore generale ucraino, precisando che il maggior numero delle vittime si concentra nella citt di Mariupol, in alcune aree delle regioni di Kiev, Chernihiv e Luhansk. I bombardamenti — aggiunge la nota — hanno danneggiato 869 scuole, 83 delle quali completamente distrutte.

Ore 8.20 – Mosca: 1.700 civili evacuati da Mariupol in Russia in 24 ore

Lo ha detto il capo del centro di controllo della difesa nazionale russo, il generale Mikhail Mizintsev in conferenza stampa, citato da Interfax. Mizintsev, responsabile dell’attacco a tappeto che ha distrutto la citt portuale del sud, ha detto che finora un totale di 125.616 persone sono state evacuate da Mariupol senza il coinvolgimento dell’Ucraina attraverso un corridoio umanitario verso Est. Il numero totale di persone evacuate dall’Ucraina alla Russia nel periodo dell’operazione militare ammonta a 602.106, compresi 119.847 bambini, ha aggiunto Mizintsev. L’Ucraina e l’Occidente accusano la Russia di deportazioni.

Ore 8.05 – Governatore di Sumy: ritrovati corpi di civili torturati

A Konotop, nel nordest dell’Ucraina, sono stati trovati almeno tre corpi di civili con evidenti segni di torture. Lo ha denunciato il governatore regionale di Sumy, Dmytro Zhyvytsky, spiegando che le vittime sono state recuperate dai militari ucraini. Il ritrovamento avvenuto nelle zone dalle quali i russi si sono ritirati due giorni fa.

Ore 8.00 – Il Giappone rafforza le sanzioni per Mosca
Il governo di Tokyo ha imposto una nuova serie di sanzioni finalizzate a limitare l’esportazione di beni di lusso in Russia. Lo ha reso noto il ministero del Commercio e dell’Industria giapponese.

Ore 7.55 – Gli Usa hanno lanciato un missile ipersonico

Gli Stati Uniti hanno testato un missile ipersonico a met marzo, ma non l’hanno reso noto per evitare un’escalation con la Russia durante il viaggio del presidente Biden in Europa. Lo rivela la Cnn citando fonti anonime della Difesa Usa. L’Hypersonic Air-breathing Weapon Concept (HAWC) stato lanciato da un bombardiere B-52 al largo della costa del Pacifico: si tratta del primo test dell’ultima versione del missile prodotto dalla Lockheed Martin, capace di coprire la distanza di 500 chilometri in meno di cinque minuti alla velocit di oltre 6 mila chilometri all’ora. Il missile non ha testate esplosive e sfrutta la sua forza cinetica per distruggere l’obiettivo.

Mosca ha ammesso l’uso di un missile ipersonico che ha colpito un deposito di munizioni nell’Ovest dell’Ucraina alcune settimane fa: allora gli Stati Uniti non avevano dato grande importanza alla notizia, sottolineando che il Kinzhal in questione una versione aggiornata del missile balistico a medio raggio Iskander. La tecnologia dell’HAWC pi avanzata.

Ore 7.37 – Zelensky: la Russia cerca di coprire i crimini di guerra

cos il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un video notturno. Dopo la scoperta delle uccisioni di massa di civili nella regione di Kiev, gli occupanti potrebbero avere un diverso atteggiamento in altre parti del Paese, ha detto. Stanno gi lanciando una falsa campagna per nascondere la loro colpevolezza nei massacri di civili a Mariupol. Faranno dozzine di interviste inscenate, nuove registrazioni e uccideranno persone per far credere che siano state uccise da altri.

Zelensky parler oggi pomeriggio alle 16 ora italiana al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per la prima volta.

Ore 7.30 — L’intervento della Cina
Il ministro degli Esteri della Cina, Wang Yi, ha parlato al telefono con il suo omologo ucraino, Dmytro Kuleba. La chiamata avvenuta ieri ma stata resa nota soltanto oggi.

Pechino ha fatto sapere che a chiedere la telefonata stata Kiev e di aver ribadito la necessit di colloqui per arrivare alla fine delle ostilit.

L’ultimo contatto a livello di ministri degli Esteri tra i due Paesi era avvenuto settimane fa, quando il ministro ucraino Kuleba aveva chiesto a Pechino di utilizzare i propri legami con mosca per porre fine all’invasione.

Ore 7.25 — Le nuove sanzioni (ma stiamo facendo abbastanza?)
Gli orrori della guerra in Ucraina faranno scattare — ha spiegato ieri l’Unione europea — nuove sanzioni contro Mosca (e forse l’espulsione di diplomatici russi, anche dall’Italia).

Ma comprenderanno pure l’embargo su petrolio, carbone e, soprattutto, gas russo? Qui ogni certezza viene meno perch, come spiega Francesca Basso, Germania e Austria hanno gi fatto sapere che al momento non possibile tagliare il gas.

Su carbone e petrolio, invece, qualche altol potrebbe arrivare. Anche perch, come scrive Federico Fubini: C’ qualcosa di strano quando il pacchetto di sanzioni pi duro mai deciso su una grande economia produce, in apparenza, un’eterogenesi dei fini. Quando un mese dopo il blocco delle riserve della banca centrale il rublo prima crolla del 45% sull’euro, poi torna a un soffio da dov’era prima della guerra. C’ qualcosa d’imprevisto quando all’embargo che avrebbero dovuto mettere in ginocchio l’industria russa rischia di seguire un raddoppio, in volume finanziario, delle sue esportazioni. Oppure quando un default delle scadenze di debito in dollari, sempre annunciato, per il momento non arriva.

Qui l’articolo completo di Federico Fubini; qui invece l’editoriale di Paolo Giordano che si chiede se stiamo facendo davvero abbastanza, per l’Ucraina.

Ore 7.14 — Bombe su Mykolaiv, uccisi anche dei bambini
(Marta Serafini, inviata a Odessa) Il governatore della regione di Mykolaiv, Vitaliy Kim scampato pochi giorni fa a un tentativo di uccisione da parte dei russi — ha annunciato sui social che le truppe russe hanno colpito la citt di Mykolaiv utilizzando anche armi non convenzionali. Infrastrutture civili e mediche, tra cui un ospedale pediatrico, stato colpito dal fuoco nemico. Ci sono morti e feriti, tra cui bambini, ha spiegato: le vittime sarebbero 11 e tra loro ci sarebbe almeno un bambino.

Ore 7.01 – Gli obiettivi di Mosca

Da giorni il ministero della Difesa russo ha comunicato che concentrer le operazioni militari nel Donbass, per liberarlo dai nazisti. Ora per il ministero della Difesa ucraino chiarisce che la riorganizzazione delle truppe russe — concentrata nell’Est del Paese — punta a null’altro che a stabilire il pieno controllo sul territorio delle regioni di Donetsk e Luhansk: un’occupazione, dunque, di lungo termine.

Nelle scorse ore, aveva fatto scalpore un editoriale pubblicato dall’agenzia russa Ria Novosti che spiegava che cosa si intendesse con denazificazione — uno sforzo che durer una generazione, comporter l’eliminazione fisica degli avversari con la guerra e contempli la possibilit di lavori forzati e campi di rieducazione, oltre alla scomparsa del nome Ucraina.

Ore 6.48 – Ministero Difesa, militari russi demoralizzati, aumentano disertori

Le forze di occupazione continuano a subire perdite. Hanno grossi problemi con il personale delle unit di combattimento e delle unit di supporto. Il personale nemico demoralizzato, il che ha portato ad un aumento del numero di diserzioni e al rifiuto dei militari delle forze armate della Federazione Russa di prendere parte alla guerra sul territorio dell’Ucraina. Vinciamo insieme! Gloria all’Ucraina!. Cos il ministero della Difesa dell’Ucraina in un post sui social.

Ore 6.35 – Esercito, russi si raggruppano per attacco a est

L’esercito ucraino ha pubblicato il suo rapporto operativo quotidiano, sostenendo che la Russia sta raggruppando le truppe per un attacco aggressivo nell’est del Paese. Lo riferisce Ukrinform. Secondo il rapporto, il nemico sta raggruppando le truppe e concentrando gli sforzi sulla preparazione di un’operazione aggressiva nell’est del nostro Stato. L’obiettivo stabilire il pieno controllo sul territorio delle regioni di Donetsk e Lugansk. E sta reintegrando scorte di cibo, carburante, materiali lubrificanti e munizioni. Le forze russe continuano anche a bloccare la citt di Kharkiv e cercano stabilire il pieno controllo su Mariupol, con continui bombardamenti di artiglieria che distruggono quartieri residenziali e infrastrutture cittadine, aggiunge il rapporto.

Ore 5.03 – Sirene d’allarme in gran parte dell’Ucraina

Le sirene di allarme per possibili incursioni aree sono tornate a suonare stamane in quasi tutta l’Ucraina. Lo segnalano i media locali. Da Kiev, a Odessa, da Kharkiv Leopoli, da Mykolaiv a Donetsk e Zaporizhzhia.

Ore 4.41 – Anonymous pubblica i nomi di 120 mila soldati russi

Il collettivo di hacker Anonymous ha annunciato su Twitter di aver violato e messo in rete i dati personali relativi a 120mila soldati russi che partecipano all’invasione in Ucraina. Tutti dovrebbero essere portati dinanzi a un tribunale per crimini di guerra, denuncia Anonymous. Il materiale riguarda date di nascita, indirizzi, numeri di passaporto e le unit militari di riferimento. Il collettivo — che ha dichiarato la guerra informatica al governo russo pochi giorni dopo l’inizio dell’invasione — promette che continuer la sua battaglia fino a quando la Russia non fermer la sua aggressione.

Ore 4.26 – Tesoro chiude le riserve russe in banche Usa

Il Tesoro degli Stati Uniti ha sospeso i pagamenti in dollari del debito sovrano russo dai conti del governo di Mosca presso le banche americane. Lo scrive l’agenzia Bloomberg, che ha parlato con un portavoce del dipartimento. La mossa punta ad aumentare la pressione su Mosca perch rinunci all’invasione dell’Ucraina. L’Office of Foreign Assets Control del Tesoro non consentir pi alcun pagamento in dollari da conti del governo russo presso le banche statunitensi. L’obiettivo costringere la Russia a scegliere tra il prosciugare le riserve in dollari che detiene nel proprio Paese, spendere le nuove entrate che raccoglie o andare in default.

Ore 23.19 – La sindaca di un villaggio a Ovest di Kiev trovata morta con le mani legate assieme al figlio e al marito
Le autorit ucraine hanno denunciato il ritrovamento, in un villaggio a ovest di Kiev, di cinque corpi di civili con le mani legate dietro la schiena, tra cui quelli della sindaca, del marito e di suo figlio. La polizia ha mostrato ai giornalisti della France Press quattro corpi, compreso quello del sindaca, che era semisepolto in una pineta vicino alla sua abitazione a Motyzhyn. Un quinto corpo stato trovato in un piccolo pozzo in giardino. Altri due uomini trovati morti non facevano parte della famiglia del sindaco e i corpi avevano le mani legate dietro la schiena. La sindaca, Olga Sukhenko, 50 anni, suo marito e il figlio, secondo la polizia erano stati rapiti dalle truppe russe il 24 marzo. Secondo quanto riferito da alcuni residenti, si erano rifiutati di collaborare con le forze russe.

5 aprile 2022 (modifica il 5 aprile 2022 | 09:17)

[ad_2]

Source link