[ad_1]


Inzaghi: “Come stanno Brozovic e de Vrij! Bene Barella, rispondo così ad Allegri e critiche”


del 2 Aprile 2022 alle 13:15

Vigilia di derby d’Italia. Domani all’Allianz Stadium si gioca Juventus-Inter per la 31ma giornata di Serie A, un match cruciale in chiave scudetto. Ecco le parole dell’allenatore nerazzurro Simone Inzaghi in conferenza stampa: “Sarà una partita molto molto importante. E penso che non poteva esserci partita migliore in questo momento per dare un segnale forte all’ambiente e a noi stessi. Siamo stati insieme solo negli ultimi 2 giorni. Ieri i ragazzi hanno fatto un allenamento buono. Ora tocca a noi, con rabbia e carattere. Sappiamo dove eravamo. Abbiamo perso punti e risultati, più che prestazioni. Dobbiamo fare una grande partita domani contro un avversario di grandissimo valore, di personalità e carattere”.

BROZOVIC E DE VRIJ – “Tutti sappiamo l’importanza di Brozo e di tutti i nostri giocatori. Nel suo ruolo per noi è fondamentale, ci è mancato tanto. Ha lavorato abbastanza bene in questi giorni, oggi insieme a de Vrij farà l’intero allenamento in gruppo e poi vedremo come risponderà. Ma già che sia con noi è un recupero importante”. Brozovic è recuperato e va verso una maglia da titolare, oggi il test decisivo in gruppo anche per de Vrij che dovrebbe andare in panchina domani.

FRENATA – “Tutte le squadre di vertice hanno avuto questi momenti. Il nostro è coinciso col doppio confronto col Liverpool e col derby perso. A inizio anno avrei messo la firma a essere qui ai primi d’aprile con Supercoppa, ottavi di Champions, scudetto da giocarmi. E un posto Champions, che era l’obiettivo che mi aveva chiesto la mia società. Domani mi aspetto il risultato perché per quanto riguarda le prestazioni, non sono mai mancate. Anche gli ultimi dati ci dicono che abbiamo creato tanto anche nelle ultime 7 partite. C’è delusione ma soprattutto per i risultati”.

SCETTICISMO – Troppo scetticismo verso l’Inter? Penso che le critiche fanno parte del mestiere. Fortunatamente ho l’intelligenza di distinguere le critiche costruttive. Quelle costruite ad arte so da dove vengono e non le considero”.

JUVE – “Quest’anno abbiamo già battuto la Juve in una finale importantissima. All’andata in campionato stavamo vincendo, al di là dell’episodio finale di cui si è parlato a lungo. La Juve ha fatto una striscia importantissima, che l’ha rimessa dove dicevano i pronostici. La Juve la conosciamo, a gennaio con Vlahovic e Zakaria hanno fatto investimenti importanti, si sono migliorati, fermo restando che la Juve era già una grandissima squadra. Vlahovic, Morata, Dybala, Kean, sono tutti da tenere d’occhio con attenzione”.

FUTURO – “Se rimarrei a prescindere all’Inter? Noi allenatori dipendiamo sempre da risultati e prestazioni. Io sono contentissimo e molto orgoglioso della scelta fatta a giugno. Sapevo che estate sarebbe stata, ma insieme al mio staff abbiamo fatto un grandissimo lavoro, che ha alzato le pretese di tutti e infatti adesso sono arrivate critiche, nonostante siamo in corsa su tutto e con una coppa già in bacheca”.

BARELLA – “In questi giorni ha lavorato molto bene, lui come Bastoni, Vidal, Sanchez. Hanno ricevuto forti delusioni dalle nazionali, ma questo è il calcio e devono essere bravi a lasciarsele alle spalle”.

INTER FAVORITA PER LO SCUDETTO – “Cosa penso delle parole di Allegri? È la sua opinione, c’è grande rispetto reciproco con Max e ognuno è giusto abbia il proprio pensiero”.



[ad_2]

Source link

Di admin