[ad_1]

Ordine medici, ‘quarta dose anziani utile ora se continua salita casi’

“C’è una spinta internazionale sulla quarta dose di vaccino anti-Covid. E fa bene il ministro della Salute, Roberto Speranza, a coordinarsi con i suoi pari europei per decidere una strategia comune. Non ha senso fare corse a chi è più bravo, a chi arriva prima. C’è un interesse da parte di più nazioni a fare la quarta dose soprattutto nei più fragili, gli ultraottantenni e gli ultrasettantenni. E credo che, se i numeri” di Covid “continuano a essere così elevati, bisognerà avviare questa campagna adesso”, non in autunno. Lo sottolinea all’Adnkronos Salute Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo). “Sulla quarta dose bisognerà decidere e sembra che lo si farà la prossima settimana. Noi in Italia – ricorda – l’abbiamo iniziata per le persone immunodepresse nei centri di riferimento dove vengono seguite. L’unica preoccupazione dei medici era solo capire se rinviare la campagna a inizio autunno, possibilmente con un vaccino aggiornato anche alle varianti Omicron e Omicron 2, avrebbe aiutato – ragiona Anelli – L’invito che posso fare ai cittadini è a seguire le indicazioni dei camici bianchi che, come si è visto finora, hanno funzionato. Facciamo quello che verrà deciso, perché le decisioni sono non campate in aria, ma sono frutto di un lungo studio e di una lunga riflessione. Ci sono una serie di resistenze, ma vanno sfatate le credenze non suffragate da dati scientifici”. 
 

[ad_2]

Source link