[ad_1]

di Stefano Montefiori

Dopo Francia e Germania, anche il nostro Paese si appresta a espellere alcune decine di diplomatici russi che lavorano all’ambasciata di Roma. L’elenco sar annunciato oggi

Decine di diplomatici russi stanno per essere espulsi da Francia, Germania e Italia. Parigi ha annunciato ieri di avere preparato una lista di 35 persone in servizio all’Ambasciata russa le cui attivit sono contrarie ai nostri interessi di sicurezza, dicono fonti del Quai d’Orsay, il ministero degli Esteri francese. Questa azione fa parte di una iniziativa europea, la nostra prima responsabilit sempre di assicurare la sicurezza dei francesi e degli europei, si precisa al Quai d’Orsay, che tiene a ricordare come la decisione sia stata presa consultando i partner europei.

L’annuncio del governo francese arrivato pochi minuti dopo un’analoga dichiarazione della Germania, che riguarda una quarantina di diplomatici di Mosca. La ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, ha sottolineato che questi dipendenti dell’ambasciata di Russia a Berlino costituiscono una minaccia per coloro che cercano protezione da noi, in riferimento ai circa 300 mila rifugiati ucraini che hanno lasciato il loro Paese dopo l’invasione russa del 24 febbraio.

Anche l’Italia si appresta a espellere alcune decine di diplomatici russi che lavorano all’ambasciata di Roma. L’elenco stato stilato ieri dal nostro governo e sar annunciato oggi. Secondo quanto appreso dal Corriere alla stesura della lista hanno collaborato i nostri apparati di sicurezza. Sia a Palazzo Chigi che alla Farnesina ci sono stati contatti con Berlino e Parigi, la mossa stata anche il frutto di un coordinamento e di una collaborazione con i governi francese e tedesco.

Tutti i diplomatici di Mosca che lavorano in Italia e che verranno espulsi saranno dichiarati persona non grata, e vengono ritenuti membri dei servizi segreti del Cremlino. Il presidente del Consiglio ieri ha avuto un confronto sulla decisione anche con Franco Gabrielli, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio e autorit delegata per la sicurezza della Repubblica. Oggi Mario Draghi sar in audizione presso il Copasir, il Comitato parlamentare per il controllo sui servizi di sicurezza.

Se Francia, Germania e Italia espellono i diplomatici, la Lituania ha invece deciso di prendere la stessa misura direttamente con l’ambasciatore russo a Vilnius. In risposta all’aggressione militare della Russia contro l’Ucraina sovrana e alle atrocit commesse dalle forze armate russe in diverse citt ucraine occupate, compreso l’orribile massacro di Bucha, il governo lituano ha deciso di ridurre la rappresentanza diplomatica e l’ambasciatore della Federazione di Russia dovr lasciare la Lituania, ha dichiarato il ministro degli Esteri, Gabrielius Landsbergis.

5 aprile 2022 (modifica il 5 aprile 2022 | 10:29)

[ad_2]

Source link

Di admin