[ad_1]

È stata rasa al suolo la sua vita personale, professionale e sociale

“. A parlare a “

Mattino Cinque

” e il legale di

Sabrina Quaresima

, la

dirigente scolastica

coinvolta nello scandalo del

liceo Montale di Roma

. La preside secondo l’avvocato “

è stata messa alla gogna non solo come donna, ma come professionista

” dopo che uno

studente

(18enne) ha dichiarato di aver avuto una

relazione

con lei che sarebbe iniziata durante l’occupazione del liceo avvenuta nel mese di dicembre. 

 

Al momento non è stato configurato nessun reato

– ci tiene a precisare il difensore della donna – e non c’è alcuna indagine della magistratura”. Secondo l’avvocato nei confronti della sua assistita è avvenuto un vero e proprio accanimento mediatico: “

Siamo vittime di una visione della donna e della professionista molto arretrata

, ho notato che alcuni mezzi di informazione – considera il legale – nel momento in cui devono trattare con professionalità l’immagine della donna lo fanno ancora come 50, 100 anni fa – e avverte –

la figura della preside è stata lesa e noi di questo terremo conto con una richiesta di risarcimento del danno

, che sarà esemplare”.  

 

 

La vicenda della dirigente scolastica, intanto, è finita sul tavolo del provveditorato che effettuerà tutti gli accertamenti necessari a valutare la condotta della professoressa. “Siamo sereni e convinti che la decisione dell’ufficio scolastico regionale sarà per il meglio”, conclude l’avvocato che infine scongiura il

rischio di licenziamento

per la preside. 

 



[ad_2]

Source link