[ad_1]

Fa doppiamente male la sconfitta rimediata dalla Juventus contro l’Inter nel derby d’Italia andato in scena ieri sera.

Oltre ad esser stati battuti da una rivale diretta per lo scudetto, i bianconeri infatti hanno dovuto registrare anche l’infortunio di un uomo chiave per il proprio centrocampo come Manuel Locatelli.

Locatelli, la dinamica dell’infortunio

Il giocatore ex Sassuolo, già colpito al volto dopo un minuto da Lautaro Martinez, ha alzato bandiera bianca al 33’ del primo tempo quando, tra le lacrime, è uscito dal campo sostituto da Zakaria.

Subito, vedendo la reazione del giocatore, si è temuto che l’entità dell’infortunio patito al ginocchio potesse essere piuttosto importante, un’impressione questa che è stata parzialmente confermata dagli esami a cui, in mattinata, Locatelli si è sottoposto al J Medical.

Infortunio Locatelli, il comunicato della Juventus

Qui gli accertamenti del caso hanno evidenziato una lesione al collaterale che, anche non mettendo fine alla stagione di Locatelli, certamente costringerà il classe 1998 a saltare gran parte degli ultimi impegni in programma nei prossimi mesi.

“Oggi Manuel Locatelli è stato sottoposto ad accertamenti radiologici presso il J Medical che hanno confermato la lesione di primo grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro. I tempi di recupero sono stimabili in circa quattro settimane” ha comunicato la Juventus in una nota ufficiale.

Infortunio Locatelli, le alternative di Allegri

Calendario alla mano, Locatelli salterà dunque sicuramente le gare di campionato contro Cagliari, Bologna e Sassuolo e, soprattutto, la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Fiorentina.

Accelerando i tempi, l’ex Milan potrebbe puntare ad essere disponibile per la gara contro il Venezia del 1° maggio: se non ce la farà, sicuramente allora sarà arruolabile per l’incontro contro il Genoa dell’8 maggio.

Nel frattempo Allegri, non potendo contare su di lui, ripiegherà su coloro che già in passato, quando il lecchese non era tra i convocati, hanno provveduto a sostituirlo. In tal senso, gli indiziati dovrebbero essere Zakaria (subentratogli ieri sera contro l’Inter) e Arthur, uno con il quale lo svizzero ha giù dimostrato una certa intesa.

Al loro fianco, qualora volesse schierare un centrocampo più folto, Allegri potrebbe anche riproporre la soluzione già vista con la Salernitana quando davanti alla difesa, assieme a Arthur, Rabiot e Cuadrado, è stato avanzato Danilo.

OMNISPORT

[ad_2]

Source link