[ad_1]

Ferrero, dopo il richiamo precauzionale in diversi Paesi europei di alcuni lotti di ovetti e altri prodotti a marchio Kinder prodotti nello stabilimento di Arlon in Belgio (di cui abbiamo parlato qui), ha deciso di predisporre anche in Italia, in accordo con le autorità sanitarie nazionali, un richiamo volontario di alcuni lotti di Kinder Schoko-Bons provenienti dallo stesso impianto, in seguito al collegamento con un focolaio europeo di Salmonella. Si tratta di prodotti venduti in buste da 46 grammi e 125 grammi con un termine minimo di conservazione compreso tra il 28 maggio 2022 e il 19 agosto 2022.

La prima allerta sugli ovetti Kinder è partita dal Regno Unito dove sono stati registrati 63 casi di salmonellosi, la maggior parte dei quali si è verificata in bambini di età inferiore ai sei anni. Altri 21 casi sono stati riportati in Francia tra i bambini con un’età media di 4 anni. Una notifica del sistema di allerta europeo Rasff – ora non disponibile, ma visionata da Food Safety News prima della rimozione – comunicava la presenza di casi anche in Germania (6), Svezia (4) e Paesi Bassi (2). Anche l’Irlanda ha riportato 10 casi. Ferrero in un comunicato diffuso il 5 aprile, precisa che ad oggi nessun prodotto analizzato sui mercati coinvolti dal richiamo è risultato contaminato da Salmonella.

Ferrero Italia invita chiunque abbia acquistato il prodotto Kinder Schoko-Bons con i termini minimi di conservazione indicati a non consumarlo, a conservarlo e contattare il servizio clienti al numero verde 800 909690. L’azienda precisa che tutti gli altri prodotti, compresi i prodotti Kinder dedicati alla Pasqua e tutte le caratterizzazioni della ricorrenza pasquale, non sono coinvolti dal richiamo.

Dal primo gennaio 2022 Il Fatto Alimentare ha segnalato 37 richiami, per un totale di 66 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: Ferrero

Il Fatto Alimentare da 12 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare… e dà ai lettori l’accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira


Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari



[ad_2]

Source link

Di admin