[ad_1]

Tragedia questa mattina lungo l’autostrada che porta verso la Francia. Due migranti sono stati travolti e uccisi da un furgone sull’A10 Genova – Ventimiglia, all’altezza dell’area di servizio di Bordighera, in direzione del confine transalpino. A quanto si apprende le due vittime stavano attraversando l’autostrada, nei pressi di un’area di servizio, anche se la dinamica dell’accaduto è ancora in corso di ricostruzione da parte delle forze dell’ordine. Un terzo straniero è rimasto gravemente ferito. Sotto choc l’autista del furgone, un frontaliero, subito fermatosi per prestare soccorso e chiamare il 118. 

Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, agenti della polizia stradale e il personale sanitario. Il traffico sull’A10, al momento procede a rilento: i mezzi vengono fatti entrare e uscire dall’area di servizio. Gli stranieri, secondo una prima ricostruzione del loro percorso, avrebbero raggiunto la zona di Bordighera a piedi, camminando lungo l’Aurelia, per poi risalire fino all’autostrada da località Arziglia. Si presume che del gruppo facessero parte più migranti.

La testimonianza dell’investitore

“Ho visto un gruppo di migranti sbucare all’improvviso. Non ho fatto in tempo a frenare il furgone”. Queste le parole del conducente del furgone che ha travolto e ucciso i due migranti, ferendone gravemente un terzo. L’uomo, un italiano, trasportava pizze e focacce nel Principato di Monaco, dopo l’incidente si è sentito male: sottoposto anche alla prova dell’etilometro è risultato negativo. Gli agenti della sottosezione della polizia stradale di Imperia Ovest stanno ricostruendo l’accaduto e identificando gli stranieri, tre uomini, tutti cingalesi. Altri, ma il numero non si conosce, sarebbero riusciti ad attraversare la carreggiata e a lasciare l’autostrada. Gli stranieri potrebbero essere stati lasciati nell’area di servizio da qualche passeur o potrebbero essere scesi da un camion su cui erano saliti di nascosto. La polizia acquisirà le immagini delle telecamere per verificarlo.

[ad_2]

Source link