[ad_1]

di Monica Guerzoni e Fiorenza Sarzanini

La road map del governo prevede il «liberi tutti» senza mascherina obbligatoria al chiuso dal 1 maggio, ma la curva epidemiologica in aumento porta gli esperti a rivalutare l’allentamento delle restrizioni

La data stabilita è il 20 aprile. Quel giorno si deciderà se prorogare l’obbligo di tenere le mascherine al chiuso ancora per qualche settimana oppure far scattare il «liberi tutti» dall’1 maggio. La road map fissata dal governo con il decreto già in vigore prevede che l’obbligo finisca il 30 aprile, ma i dati sui nuovi contagi convincono gli esperti a rivalutare l’allentamento alla luce dell’andamento della curva epidemiologica.

La circolare

«Decideremo dopo il 20 aprile», conferma il ministro della Salute Roberto Speranza. Se l’andamento dei contagi dovesse mostrarsi stabile o addirittura in salita potrebbe essere firmata una circolare
che proroga l’obbligo di proteggere naso e bocca almeno due settimane o addirittura un mese.

Mascherine Ffp2

Fino al 30 aprile bisogna indossare la FFP2 quando si va:
Aerei; navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale; treni a lunga percorrenza; mezzi di trasporto regionali e locali; metropolitane; tram; scuolabus;
Funivie, cabinovie e seggiovie, qualora utilizzate con la chiusura delle cupole paravento;
Cinema, teatri, sale da concerto, locali di intrattenimento e musica dal vivo

Mascherine chirurgiche

Fino al 30 aprile bisogna indossare la mascherina chirurgica in tutti i luoghi al chiuso ad eccezione delle abitazioni private. Nelle discoteche si può togliere al momento del ballo.

2 aprile 2022 (modifica il 2 aprile 2022 | 14:30)

[ad_2]

Source link