[ad_1]

Il norvegese s’impone per 6-4 6-1 sull’outsider argentino e attende il vincitore della seconda semifinale, quella di questa notte tra Hurkacz e Alcaraz

Casper Ruud è il primo finalista del Masters 1000 di Miami. Il norvegese ha superato in un’ora e 34 minuti di gioco l’argentino Francisco Cerundolo per 6-4 6-1 e domenica attende in finale il vincitore della seconda semifinale, quella di questa notte tra il campione uscente Hubert Hurkacz e il teenager spagnolo Carlos Alcaraz.

La partita

—  

Il break subito a freddo da Casper Ruud nel game iniziale non scompone più di tanto il campioncino norvegese. Cerundolo manca la palla del 2-0 e Ruud piazza il contro break. A decidere il primo parziale è il decimo game: passaggio a vuoto dell’argentino che con un doppio fallo sprofonda 0-40. Cerundolo salva il primo dei tre set point, ma capitola alla seconda occasione. In apertura di secondo set Ruud salva la palla break concessa con un doppio fallo, poi ne manca due per salire 2-0 e nel terzo game è lui a salvarne due prima di issarsi avanti 2-1. E’ l’ultimo momento delicato del match: Ruud fa il largo e con un parziale conclusivo di 5 game a zero pone fine alla sfida. Per Ruud è la prima finale in un Masters 1000, la decima in carriera. Il bilancio delle 9 finali giocate è di 7 successi e 2 finali perdute. Ruud ha vinto i titoli a Buenos Aires 2020, Ginevra, Bastad, Gstaad, Kitzbuhel e San Diego 2021 e Buenos Aires 2022. Secondo invece a Houston 2019 superato da Cristian Garin e a Santiago 2020 battuto da Thiago Seyboth Wild. Con la finale a Miami Ruud è sicuro di migliorare di un posto il proprio ranking mondiale passando dal numero 8 al numero 7 del mondo con appena 5 punti di vantaggio su Andrey Rublev.

[ad_2]

Source link

Di admin