[ad_1]




I militari si sono recati nel cuore della notte nella caserma Ezio Andolfato di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Ilaria, la sorella di Stefano: “Non so come mi sento, so solo che è finita” 


 

Carabiniere d’Alessandro: “Rispetto sentenza ma non sono assassino”

 “Sono amareggiato perché non sono l’assassino di Stefano Cucchi, ma rispetto la decisione dei giudici perché sono un carabiniere nell’animo”. E’ quanto ha affermato Raffaele D’Alessandro al suo difensore Maria Lampitella, prima di costituirsi. 

 

La sorella: “Non so come mi sento, so solo che è finita”

 La sorella di Stefano, Ilaria Cucchi, ha commentato così la sentenza della Cassazione: “E’ finita. Andranno finalmente in galera coloro che hanno colpito più e più volte mio fratello infliggendogli sofferenze che poi lo porteranno a morte in totale e obbligata solitudine. Come mi sento? Me lo chiedono tutti, non lo so come mi sento. So solo che ho voglia di piangere liberamente. Mi sento disorientata. Persa in un immane dolore per quanto inflitto alla mia famiglia durante tutti questi anni”.






[ad_2]

Source link