[ad_1]

Juventus-Inter non si smentisce mai e ogni volta porta con sè discussioni infiniti su presunti favori o sfavori arbitrali. Stavolta però il derby d’Italia, vinto dai nerazzurri grazie ad un rigore di Calhanoglu, ha fatto molto discutere anche all’estero.

Addirittura dalle colonne della Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi si augurava che la partita di ieri non fosse stata trasmessa negli altri Paesi perchè il calcio italiano ci faceva una gran brutta figura. Zero spettacolo, tanti falli, tante sceneggiate e poca sportività gli ingredienti di Juve-Inter, che hanno fatto storcere il naso all’ex allenatore del Milan e della Nazionale.

Ma al di là del bel gioco la cosa che all’estero, e soprattutto in Inghilterra, viene sempre mal vista è quando un calciatore simula. A questo proposito nella miriade di scontri tra bianconeri e nerazzurri non sono passate inosservate le simulazioni di Dusan Vlahovic e Matthijs de Ligt, al punto da meritare gli sberleffi da parte dei giornali e dei tifosi inglesi. “È fastidioso vedere calciatore di 90 chili cascare come prugne”, tuona Zibì Boniek a Radio Anch’io lo Sport, su Radio 1. Oltremanica invece sono ancora più intransigenti e solitamente censurano in maniera molto severa certi atteggiamenti. Al punto che in Premier League ogni qualvolta situazioni del genere, una volta scovate, vengono immediatamente messe alla berlina.

Ma cosa hanno fatto i due giocatori della Juve per meritarsi le critiche degli inglesi? A tempo quasi scaduto, l’ex attaccante della Fiorentina e il difensore dell’Ajax reclamano due calci di rigore nel giro di pochi secondi. Due episodi avvenuti in pieno recupero per due contatti in area di rigore dell’Inter. Sul primo D’ambrosio e Vlahovic si strattonano a vicenda, il serbo cade, protesta e si rialza restano accanto al difensore, salvo lasciarsi andare dopo per la manata ricevuta dall’avversario, che ne sfiora appena il viso.

Sul secondo de Ligt, che si era spinto in avanti alla ricerca disperata del pareggio, viene colpito da Darmian con un buffetto sul viso. Quanto al difensore olandese, sui social si sono sbizzarriti trasformando la caduta dell’ex Ajax in un meme, addirittura il “ceffone” di Darmian come quello di Will Smith a Chris Rock sul palco nella notte degli Oscar. L’arbitro Irrati sorvola su entrambi i casi e fa finta di nulla. Vlahovic e de Ligt invece fanno una pessima figura con le simulazioni più goffe dell’anno, se ne sono accorti anche all’estero.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?



[ad_2]

Source link