[ad_1]

Mentre prosegue il rimpallo di responsabilità sui massacri perpetrati a Bucha, coi russi che anche davanti alle prove evidenti negano le proprie responsabilità, gli Stati Uniti hanno approvato un nuovo pacchetto di 100 milioni di dollari, 91,7 milioni di euro, in aiuti militari specializzati nella difesa dell’Ucraina di fronte all’offensiva militare russa.

Le parole di Blinken

“Ho autorizzato i 100 milioni di dollari per soddisfare un urgente bisogno di ulteriori sistemi anti-corazza per le forze ucraine”, ha dichiarato il segretario di Stato americano Antony Blinken sul suo profilo Twitter. In particolare, il nuovo pacchetto include missili anticarro “Javelin”, missili antiaerei “Stingers” e velivoli senza pilota, come preannunciato lunedì dal portavoce del Pentagono John Kirby.

“Il mondo è scioccato e inorridito dalle atrocità commesse dalle forze russe a Bucha e in tutta l’Ucraina. Le forze ucraine continuano a difendere valorosamente il loro paese e la loro libertà e gli Stati Uniti, insieme ai nostri alleati e partner, sono fermi nel sostegno della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina”, ha affermato Blinken, come riporta una nota.

Rischio guerra prolungata

Torna duque d’attualità la diversità di interessi strategici, economici e militari fra l’America, che punta a logorare a lungo termine Putin, e l’Europa, che rischia al contrario una pesante contrazione economica se il clnflitto sul proprio territorio dovesse prolungarsi. Ed il continuo invio di armamenti all’Ucraina, a detta dgli stessi verrtici militari Usa, rischia di far durare anni le operazioni in Ucraina.

Quello tra Ucraina e Russia “credo sia un conflitto molto prolungato, misurabile almeno in anni, non so se un decennio, ma almeno anni di sicuro”. E’ quanto ha detto il generale Mark Milley, capo degli Stati Maggiori Riuniti Usa, in un’audizione oggi, di fronte alla commissione Forze Armate della Camera, sulla guerra in Ucraina. “Questo è un conflitto molto esteso che la Russia ha iniziato – ha aggiunto -, credo che la Nato, gli Stati Uniti, l’Ucraina e gli altri alleati e partner saranno coinvolti in questo per un bel po’ di tempo”.

“Stiamo assistendo alla più grande minaccia alla pace ed alla sicurezza in Europa, e forse nel mondo, mai vista nei mie 42 anni in divisa”, ha detto ancora il generale sottolineando che “l’invasione russa dell’Ucraina minaccia di minare non solo la stabilità e la pace europea, ma la pace e la stabilità globali che i miei genitori ed una generazione di americani ha combattuto per difendere”.



[ad_2]

Source link

Di admin