[ad_1]

(ANSA) – PALERMO, 02 APR – Tredici persone tra esponenti
politici, rappresentanti delle forze dell’ordine e imprenditori
coinvolti nell’ambito della cosiddetta inchiesta “Montante bis”
sono state rinviata a giudizio dal Gup del Tribunale di
Caltanissetta Emanuela Carrabotta.
   
Tra gli indagati oltre all’ex leader di Confindustria
Sicilia Antonello Montante, anche l’ex presidente della Regione
Rosario Crocetta, gli ex assessori Linda Vancheri e Mariella Lo
Bello, l’ex commissario Irsap, Maria Grazia Brandara, gli
imprenditori Giuseppe Catanzaro, gli imprenditori Rosario Amarù
e Carmelo Turco, Vincenzo Savastano ex vice questore aggiunto
della Polizia presso l’ufficio di frontiera di Fiumicino,
Gaetano Scillia ex capocentro Dia di Caltanissetta, Arturo De
Felice ex direttore della Dia, Giuseppe D’Agata colonnello dei
carabinieri e Diego Di Simone Perricone ex capo della security
di Confindustria. Sono accusati, a vario titolo, di associazione
a delinquere, corruzione, abuso d’ufficio e finanziamento
illecito ai partiti.
   
Secondo l’accusa avrebbero fatto parte del cosiddetto
“Sistema Montante” che ruotava attorno all’ex vice presidente
nazionale di Confindustria con delega alla Legalità. La procura
di Caltanissetta contesta anche presunti finanziamenti illeciti
per sostenere la campagna elettorale dell’ex governatore
Crocetta. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA