[ad_1]

Una storia che ha per fortuna con un lieto fine quella vissuta da una giovane donna appena sposata, che per il viaggio di nozze aveva scelto le bellezze di Matera e i suoi famosi “sassi“. E proprio da uno di questi voleva buttarsi per farla finita. Un tentativo di suicidio che per fortuna è stato bloccato solo per un caso fortuito dalle forze dell’ordine.

Gli agenti di una voltante stavano infatti girando per il solito controllo serale del territorio circostante, quando hanno visto in via Madonna delle Virtù nel Rione Sassi, una sagoma umana sporgersi pericolosamente oltre il parapetto in ferro dell’affaccio sulla gravina (un profondo burrone, quasi un canyon, lungo diversi chilometri percorso da un torrente ndr), situato in piazza San Pietro Caveoso, in un’area purtroppo nota per essere stata in passato teatro di altri tragici episodi.

Conoscendo bene il luogo, si sono subito resi conto che non si trattava di un turista che voleva guardare le bellezze del luogo, piuttosto di qualcuno che aveva intensioni suicide. Come mostra il video di una telecamera di sorveglianza, gli agenti della volante si sono precipitati per evitare che la donna potesse cadere nel burrone, riuscendo dopo poco, a portarla in salvo. Soltanto dopo averla allontanata dalla balaustra, hanno cercato di capire i motivi per cui voleva farla finita.

Solo in quel momento si sono resi conto che si trattava di una novella sposa, venuta a Matera in viaggio di nozze. La giovane aveva litigato con il marito e per questo aveva deciso di compire l’insano gesto. Era in evidente stato di stress e soltanto dopo una lunga chiacchierata con gli agenti, che hanno cercato di calmarla, si è resa conto della gravità del gesto che stava per compiere e ha ringraziato i poliziotti per averla salvata.



[ad_2]

Source link