[ad_1]

Un 52enne di Mestre è stato letteralmente masscrato di botte da quattro uomini: il motivo? L’uomo si era permesso di fare alcuni cenni al guidatore di un’auto, invitandolo a rallentare.

Secondo quanto riportato dalla stampa locale la vittima si trovava intorno alle 17 di ieri pomeriggio nei pressi della piscina di via Circonvallazione intento semplicemente ad attraversare la strada sulle strisce pedonali, quando ha scorto in lontananza un’auto che sfrecciava a folle velocità. Da qui i comprensibili gesti dell’uomo, che invitavano il guidatore del mezzo a diminuire la velocità per permettergli l’attraversamento in sicurezza. Quel che il poveretto non poteva neanche lontanamente immaginare è stato il seguito: dall’autovettura – che nel frattempo si era fermata del tutto – sono scesi quattro uomini, i quali si sono avventati sul povero pedone pestandolo a sangue. Al termine gli aggressori sono fuggiti a tutto gas lasciando l’uomo in stato di semi-incoscienza, tutto lordo di sangue. Chi si trovava nei paraggi non ha perso tempo e ha chiesto l’immediato intervento del 112: di lì a poco sulla scena del fattaccio si sono presentati i soccorritori del Suem 118, che hanno portato il malcapitato a sirene spiegate al pronto soccorso dell’ospedale dell’Angelo. Le notizie che giungono sono buone perché il 52enne, sin dai primi accertamenti, non avrebbe riportato gravi conseguenze derivanti dalla vile aggressione.

L’assessore alla sicurezza del comune di Venezia, Elisabetta Pesce, ha comunicato che, grazie a un lavoro certosino di indagini, le forze dell’ordine sono già riuscite a mettere le mani sui fuggitivi, avvalendosi anche delle immagini di video sorveglianza che hanno sicuramente facilitato la cattura dei quattro aggressori: “Alle prime segnalazioni dei cittadini, ha fatto seguito un’attività di indagine utilizzando anche il sistema di videosorveglianza, implementato durante la giunta del Sindaco Luigi Brugnaro. È stato Rintracciato il proprietario, originario da fuori regione” – ha detto Pesce. L’assessore ha poi concluso il suo intervento lodando l’impegno massimo costantemente profuso dalle forze dell’ordine e riportando al mestrino la piena solidarietà di tutta la cittadinanza. Una solidarietà che gli porterà personalmente, poiché ha promesso che nei prossimi giorni si recherà a fargli visita.



[ad_2]

Source link

Di admin