[ad_1]

Alessandra Celentano – una delle “maestre” di Amici, la nota trasmissione di Mediaset condotta da Maria De Filippi – finisce nell’occhio del ciclone per una battuta infelice sull’italiano parlato dal 18enne ballerino di Adrano Nunzio Stancampiano. Uno scivolone che scatena la polemica sui social, con il sindaco di Cerda (nel Palermitano), che annuncia una nota di protesta alla trasmissione “con pretesa di pubbliche scuse”.

Nunzio nel ballo latino è un vero campione – è stato anche finalista ai campionati Europei del 2019 – ma Celentano, forse esagerando, ha sottolineato il suo marcato accento siciliano ed ha provato anche a imitarlo storpiandone l’italiano: “Io lo voglio bene!”, proprio per far notare che Nunzio non parla un italiano perfetto. E quando Maria De Filippi le ha fatto notare la frase, Celentano ha risposto con uno scivolone che ha animato per tutto il sabato sera i social: “Bè ma parla così perché è siciliano”.

Maria De Filippi ha provato a metterci una pezza: “Dalla Sicilia vengono grandi artisti, scrittori”. Celentano, che ha subito capito di avere detto una frane infelice, ha cercato di recuperare: “Io amo la Sicilia”. Ormai però il tam tam sui social è partito: tra i tanti post spicca quello del sindaco di Cerda, Salvatore Geraci, già condiviso da quasi 3 mila persone.

“Abbasso Celentano, la ‘maestra’ che durante la trasmissione di Amici ha offeso il concorrente siciliano Nunzio dicendo che non sa parlare italiano perché siciliano. Celentano sei semplicemente disgustosa: viva la Sicilia, viva la cultura siciliana. Come sindaco siciliano, in difesa e a tutela della onorabilità della Sicilia, scriverò una nota di protesta alla trasmissione Amici con pretesa di pubbliche scuse. Le parole delle Celentano sono inaccettabili. Nessuno tocchi la Sicilia”.

[ad_2]

Source link