[ad_1]

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

ORDINE D’ARRIVO GP ARGENTINA 2022 MOTOGP

LA CRONACA DELLA GARA

LA CLASSIFICA DEL MONDIALE MOTOGP

ORARIO GARA MOTOGP IN CHIARO SU TV8

ALEIX ESPARGARO’: “DEDICATA ALL’APRILIA. AVEVO TANTA PRESSIONE SULLE SPALLE”

JORGE MARTIN: “HO SPINTO AL MASSIMO, MA NON E’ BASTATO”

VALENTINO ROSSI: “CONTENTO PER I RISULTATI DEL TEAM, GRANDE VIETTI!”

20.55 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di serata. Un saluto sportivo.

20.51 E’ davvero un Mondiale imprevedibile, con tante marche diverse che emergono di volta in volta a seconda del tipo di pista. Ed in America, tra una settimana, potrebbe nuovamente cambiare tutto…

20.49 Aleix Espargarò è in testa alla classifica del Mondiale con 45 punti, seguito a 38 da Binder ed a 36 da Bastianini e Rins. 5° Quartararo a 35, poi Mir a 33, Oliveira a 28. 14° Bagnaia a 12, 15° Marquez a 11.

20.46 I piazzamenti degli altri italiani: 11° Marini, 20° Dovizioso (che era rientrato in pista dopo il problema tecnico in avvio). Ritirati Di Giannantonio e Morbidelli.

20.45 E’ stato un trionfo per la Spagna, con quattro piloti ai primi quattro posti. E’ davvero un Mondiale stranissimo ed imprevedibile, ancora di più di quello del 2020. Per fortuna oggi abbiamo rivisto sprazzi del vero Bagnaia: è un 5° posto che fa morale. Speriamo che il Mondiale del centauro piemontese inizi qui.

20.43 Piangono di gioia sia Aleix Espargarò sia il fratello Pol, già ai box dopo la caduta con la Honda.

VINCE ALEIX ESPARGARO’! Primo successo della storia in MotoGP per l’Aprilia, incredibile! A quasi 33 anni lo spagnolo festeggia alla 200ma gara nella classe regina! 2° Martin, 3° Rins, 4° Mir, 5° Bagnaia, 6° Brad Binder, 7° Vinales, 8° Quartararo, 9° Bezzecchi, 10° Bastianini.

-1 Scappa via Aleix Espargarò. Rins si sta riportando su Martin!

-1 Ultimo giro! Bagnaia supera Vinales ed è 5°.

-2 ALLUNGA ESPARGARO’! Mezzo secondo su Martin!

-2 Bezzecchi ripassa Bastianini e torna 9°. Quartararo è 8°.

-2 Caduta per Di Giannantonio, era nelle retrovie.

-2 Espargarò e Martin sono separati da 2 decimi. A un secondo Rins.

-2 Bagnaia resta a 3 decimi da Vinales, il sorpasso non è semplice.

-3 Bastianini supera Bezzecchi ed è 9°: sono punticini preziosi.

-3 Brivido in frenata per l’Aprilia, Espargarò finisce lungo in fondo al rettilineo. Martin è incollato, Rins a 8 decimi dalla coppia di testa…

-3 Al momento Espargarò sarebbe anche leader del Mondiale, davvero incredibile…

-4 Non molla Martin, resta molto vicino ad Espargarò. Rins a un secondo, finale di gara imprevedibile…

-4 Bagnaia ha ripreso Vinales per la top5.

-5 Sprofonda Marini, ora 11° dopo essere stato passato da Bezzecchi e Bastianini.

-5 PASSA ESPARGARO’! Staccata all’interno, questa volta precisa! L’Aprilia accarezza il sogno della prima vittoria in MotoGP!

-5 Rins è in agguato a 1″3 dalla coppia di testa, pronto ad approfittare di eventuali passi falsi…

-6 Bagnaia si porta a 6 decimi da Vinales, ora il ducatista è il più veloce in pista. Era ora…Speriamo trovi un po’ di fiducia.

-6 Altro errore in staccata per Espargarò, che ci ha provato. Non sarà facile superare Martin.

-6 E’ bagarre ora tra Martin ed Aleix Espargarò, sono incollati.

-7 Ora Bezzecchi perde una posizione, superato da Nakagami. 12° Bastianini.

-7 Bellissima rimonta di Bezzecchi, che è 10°!

-7 Bagnaia ha staccato Binder di un secondo, la top5 è ancora possibile.

-8 Quartararo passa Marini ed è ottavo.

-8 Bagnaia solo ora sta trovando un passo veramente interessante. Si trova a 1″3 da Vinales.

-8 BATTAGLIA DAVANTI! Aleix Espargarò affianca Martin in rettilineo, lo sorpassa, ma finisce lungo in frenata. Il connazionale torna davanti, ma Rins si avvicina a 1″3, attenzione…

-9 Abbiamo sempre un pokerissimo spagnolo: Martin e A. Espargarò insieme, Rins a 1″5, Mir a 3″7, Vinales a 5″.

-10 Che erroraccio di Bastianini. Staccata senza senso per superare Marini, finisce lunghissimo in frenata e scivola in 13ma posizione. Intanto la formichina Quartararo è in nona piazza.

-10 Bagnaia perde terreno nei confronti di Vinales. La sensazione è che debba più guardarsi le spalle che puntare a migliorare la sua posizione.

-11 Martin ed Aleix Espargarò sono sempre insieme a giocarsi la vittoria, ma Rins non è così distante: 1″5. La gara è ancora lunga.

-11 Caduta di Pol Espargarò, era quarto. Ora Bagnaia è 6°, Bastianini 9°, Quartararo 10°.

-12 Marini ha finito le gomme: viene passato anche da Binder ed è 9°. Ora su di lui si stanno riportando Bastianini e Quartararo.

-13 Bagnaia ora scavalca Marini ed è 7°. Ora deve recuperare un secondo a Vinales, che lo precede. Ma l’Aprilia sta andando davvero forte.

-13 Si riapre tutto. Aleix Espargarò torna a 0.4 da Martin. E occhio a Rins, 3° a 1″9.

-14 Reagisce Aleix Espargarò e si riporta a 7 decimi da Martin.

-15 Martin, A. Espargarò, Rins, Pol Espargarò, Mir e Vinales: abbiamo sei spagnoli ai primi sei posti. E’ SpagnaGP.

-15 Bagnaia ora sta perdendo tantissimo tempo alle spalle di Martini.

-15 SCAPPA VIA MARTIN! 1″1 di ritardo per Aleix Espargarò, sembra in crisi di gomme l’Aprilia.

-16 Vinales supera Marini ed è sesto. Quartararo ha preso Bastianini per il 10° posto.

-16 Errore in frenata di Aleix Espargarò, allunga Martin: mezzo secondo di vantaggio.

-16 La sensazione è che oggi Bagnaia non si stia prendendo rischi eccessivi dopo le due brutte prime gare della stagione.

-17 Quartararo supera Nakagami ed è 11°: ora ha Bastianini dinanzi a sé. Oggi il romagnolo non sta trovando il passo.

-17 Rins a 2″4 dalla coppia di testa, dunque continua a perdere.

-18 Martin ed Aleix Espargarò sono insieme, non è riuscita la fuga al ducatista.

-18 Vinales soprassa Marini per il 6° posto, ma l’italiano si riprende la posizione.

-18 Si ritira Franco Morbidelli, problema tecnico per la sua Yamaha.

-19 Bagnaia supera Binder ed è 8°.

-19 Rins passa P. Espargarò, ma si trova a ben 2 secondi dalla coppia di testa.

-19 Rins ora è molto vicino a Pol Espargarò per il terzo posto.

-19 Bastianini, che è 10°, si è staccato da Bagnaia: tra i due 1″6 di distacco.

-20 Martin prova uno strappo. Mezzo secondo su Aleix Espargarò. Ricordiamo che l’Aprilia non ha mai vinto in MotoGP nella sua storia.

-20 Caduta per Zarco, Quartararo ora è 12°.

-21 I primi due sono andati via, per il terzo posto c’è invece un gruppone compatto: può succedere di tutto.

-21 Zarco restituisce il sorpasso al connazionale.

-21 Si scuote Quartararo. Supera Zarco ed è 12°.

-22 Anche Bastianini scavalca Nakagami ed entra in top10.

-22 Bagnaia supera Nakagami ed è 9°.

-22 Vanno via Martin ed A. Espargarò. 3° Pol Espargarò a 1″2.

-22 Sembra essersi ripreso Quartararo, che resta comunque 13° alle spalle di Zarco, senza però perdere ulteriori posizioni.

-23 I piazzamenti degli italiani: 4° Marini, 10° Bagnaia, 11° Bastianini, 18° Morbidelli, 20° Bezzecchi, 22° Di Giannantonio.

-23 Ritiro per Dovizioso.

-24 Pol Espargarò scavalca Marini ed è terzo.

-24 Davanti Martin ed Aleix Espargarò sono insieme. 3° Marini a 1″, tallonato da Pol Espargarò.

-24 Sprofonda Quartararo, ora è 13°.

-24 Quartararo sembra avere problemi, viene passato sia da Binder sia da Bastianini.

-25 Martin guida davanti ad A. Espargarò, Marini, Rins, P. Espargarò, Rins, Vinales, Nakagami e Mir. Sprofonda Quartararo, è 9° davanti a Binder, Bastianini e Bagnaia.

-25 giri al termine. Jorge Martin in testa davanti a Marini. 7° Quartararo, 12° Bagnaia.

SEMAFORO VERDE! Iniziato il GP d’Argentina di MotoGP!

19.59 La Honda ha vinto le ultime due edizioni del GP di Argentina disputate nel 2019 e nel 2018.

19.58 Giro di ricognizione!

19.57 Tutti i piloti hanno scelto una gomma hard all’anteriore e una soft al posteriore.

19.55 Non ci aspettiamo molto dai piloti italiani, siamo sinceri. Speriamo in qualche sorpresa.

19.53 La classifica del Mondiale MotoGP, per adesso, è cortissima: guida Bastianini con 30 punti, seguito da Brad Binder a 28, Quartararo a 27, Oliveira a 25, Zarco a 24. Poi addirittura quattro piloti a quota 20: i fratelli Espargarò, Rins e Mir. Bagnaia è mestamente 19° a 1.

19.52 Inno nazionale argentino.

19.50 Per quanto si è visto nelle prove libere e nel warm-up, i piloti più accreditati per il successo sembrano Aleix Espargarò e, soprattutto, Fabio Quartararo. Il francese oggi potrebbe dare il primo strappo alla classifica: con Marc Marquez alle prese con infortuni e fantasmi, per ora non si intravede un rivale credibile per il campione in carica.

19.47 Aleix Espargarò ha 32 anni, ne compirà 33 a fine luglio. Ha disputato 283 gare nel Motomondiale, oggi sarà la sua 200ma in MotoGP. E’ l’occasione della vita…

19.44 Saranno 25 i giri da percorrere.

19.42 L’Aprilia non ha mai vinto una gara in MotoGP. Oggi sarà un giorno storico per la scuderia di Noale?

19.40 Sul fronte dei costruttori, la Casa più blasonata è la Honda, forte di 7 vittorie. Segue relativamente distanziata la Yamaha a quota 4. La Matchless ha raccolto 2 affermazioni, mentre MV Agusta e Suzuki hanno primeggiato in 1 occasione.

19.38 GP ARGENTINA – VITTORIE TOPCLASS
3 – DOOHAN Michael [AUS] (1994, 1995, 1998)
3 – MARQUEZ Marc [SPA] (2014, 2015, 2019)
1 – KISSLING Jorge [ARG] (1961)
1 – CALDARELLA Benedicto [ARG] (1962)
1 – HAILWOOD Mike [GBR] (1963)
1 – ROBERTS Kenny Sr. [USA] (1982)
1 – LAWSON Eddie [USA] (1987)
1 – ROBERTS Kenny Jr. [USA] (1999)
1 – ROSSI Valentino [ITA] (2015)
1 – VIÑALES Maverick [SPA] (2017)
1 – CRUTCHLOW Cal [GBR] (2018)

19.35 Oltre all’iberico, c’è solo un centauro in attività a essersi affermato in Argentina. Si tratta di Maverick Viñales (2017). In generale va rimarcato come nessuno abbia vinto su due piste differenti o con due marchi diversi.

19.30 I piloti più vincenti in assoluto sono Mick Doohan e Marc Marquez, capaci di imporsi 3 volte. L’australiano c’è riuscito consecutivamente (1994, 1995, 1998). Lo spagnolo, invece, ha primeggiato in un arco temporale di un lustro (2014, 2016, 2019).

19.25 Lo stillicidio termina con l’avvento del XXI secolo, quando il GP di Argentina sparisce dagli schermi radar per tre lustri. Tuttavia, quando nel Paese sudamericano viene completato l’Autodromo Termas de Rio Hondo, ben più moderno e funzionale dell’obsoleto impianto Juan e Oscar Galvez, edificato alle porte della capitale, si torna insistentemente a parlare di motomondiale nelle lande del “Sol de Mayo”. Il ritorno del campionato iridato a due ruote si concretizza nel 2014 e per la prima volta l’Argentina diventa davvero presenza fissa in calendario, dovendo però alzare bandiera bianca nel 2020 e nel 2021 a causa della pandemia di Covid-19. Ricapitolando, sinora si sono disputate 16 edizioni del GP di Argentina. Di esse, 10 sono andate in scena a Buenos Aires (tutte quelle del XX secolo) e 6 a Termas de Rio Hondo (dal 2014 al 2019).

19.18 Il GP di Argentina nasce a inizio anni ’60 ed è un’autentica novità, poiché rappresenta la prima gara del Motomondiale ad andare in scena al di fuori dell’Europa. Tuttavia, proprio a causa della trasferta molto impegnativa, viene sovente disertato da molti piloti e team, rivelandosi di fatto un evento “minore”. Le tante assenze decretano la rimozione della prova tenutasi nei pressi di Buenos Aires dopo sole tre edizioni, disputatesi fra il 1961 e il 1963.  Il Gran Premio torna in auge a inizio anni ’80, ma è perennemente condizionato da difficoltà organizzative e non trova mai collocazione stabile. Così, si disputa solo saltuariamente e mai per più di due stagioni consecutive (1981, 1982, 1987, 1994, 1995, 1998 e 1999), subendo peraltro due cancellazioni in extremis (1988 e 1996).

19.15 In questo 2022 il GP d’Argentina festeggia il 61° anniversario dall’inserimento nel calendario iridato, avvenuto nel lontano 1961. Cionondimeno, la competizione non è certo stata presenza fissa. Anzi, ha sovente avuto collocazione occasionale, trovando spazio con relativa stabilità solo in tempi recenti.

19.12 L’Italia sinora ha ottenuto il secondo posto di Dennis Foggia in Moto3 e la vittoria di Celestino Vietti in Moto2. Ora però arriva il difficile…

19.10 Ben ritrovati amici di OA Sport. Alle 20.00 inizierà la gara di MotoGP del GP di Argentina 2022.

LA CRONACA DEL WARM-UP

LA CLASSIFICA DEI TEMPI DEL WARM-UP

16.10 La nostra diretta si ferma qui per il momento, ma vi diamo appuntamento prima delle ore 20 per l’avvicinamento alla gara della MotoGP!

16.09 La classifica completa del warm-up:

1 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing APRILIA 1’38.648 11 15 341.8
2 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’38.892 8 21 0.244 0.244 337.1
3 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’38.912 16 18 0.264 0.020 340.8
4 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing DUCATI 1’38.933 10 17 0.285 0.021 340.8
5 12 Maverick VIÑALES SPA Aprilia Racing APRILIA 1’38.939 11 19 0.291 0.006 339.0
6 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team DUCATI 1’38.954 11 19 0.306 0.015 342.7
7 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’39.042 10 21 0.394 0.088 337.1
8 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’39.046 7 18 0.398 0.004 336.2
9 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU HONDA 1’39.073 5 20 0.425 0.027 340.8
10 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing DUCATI 1’39.085 14 19 0.437 0.012 344.6
11 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’39.172 17 20 0.524 0.087 339.0
12 23 Enea BASTIANINI ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’39.184 15 17 0.536 0.012 344.6
13 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team HONDA 1’39.237 15 17 0.589 0.053 338.1
14 21 Franco MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’39.240 15 19 0.592 0.003 336.2
15 40 Darryn BINDER RSA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’39.335 15 16 0.687 0.095 339.9
16 72 Marco BEZZECCHI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’39.437 4 12 0.789 0.102 341.8
17 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team DUCATI 1’39.518 5 22 0.870 0.081 341.8
18 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL HONDA 1’39.524 5 22 0.876 0.006 339.9
19 25 Raul FERNANDEZ SPA Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’39.661 12 19 1.013 0.137 335.3
20 87 Remy GARDNER AUS Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’39.706 17 18 1.058 0.045 339.9
21 4 Andrea DOVIZIOSO ITA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’39.746 9 20 1.098 0.040 338.1
22 49 Fabio DI GIANNANTONIO ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’39.779 13 18 1.131 0.033 341.8
23 10 Luca MARINI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’39.792 14 21 1.144 0.013 341.8
24 6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team HONDA 1’39.802 9 18 1.154 0.010 339.9

16.08 Segnali incoraggianti sul passo gara anche per le Suzuki e per le Ducati di Jorge Martin e Pecco Bagnaia (soprattutto nel secondo run), ma non vanno sottovalutate le KTM ufficiali di Oliveira e Brad Binder.

16.06 Da segnalare il notevole 1’39″0 firmato da Brad Binder sulla bandiera a scacchi con la KTM. Si preannuncia una gara molto incerta, anche se le Aprilia e la Yamaha di Quartararo sono sembrate leggermente superiori alla concorrenza.

16.02 Di seguito la top10 del warm-up per la MotoGP in Argentina:

1

41

A. ESPARGARO

1:38.648

2

20

F. QUARTARARO

+0.244

3

42

A. RINS

+0.264

4

89

J. MARTIN

+0.285

5

12

M. VIÑALES

+0.291

6

63

F. BAGNAIA

+0.306

7

88

M. OLIVEIRA

+0.394

8

33

B. BINDER

+0.398

9

30

T. NAKAGAMI

+0.425

10

5

J. ZARCO

+0.437

 

16.00 BANDIERA A SCACCHI! Aleix Espargarò è ormai inattaccabile e chiude il warm-up davanti a Quartararo, Rins, Martin e Vinales. 6° un buon Bagnaia, mentre Bastianini è 12° con un ultimo giro interessante in 1’39″1.

15.58 Le due Aprilia sono ancora ferme ai box a due minuti dalla fine del turno, dopo aver effettuato un solo long-run (estremamente convincente) nel warm-up.

15.56 Mir entra nella top10 con la Suzuki in 1’39″1, ma Rins va ancora più forte e vola in terza piazza con un ottimo giro in 1’38″9.

15.54 Molto buono adesso il passo di Bagnaia, che si conferma sull’1’39″0 dimostrando una buona costanza di rendimento in questo secondo run della sessione.

15.53 CLASSIFICA AGGIORNATA TEMPI:

1

41

A. ESPARGARO

1:38.648

2

20

F. QUARTARARO

+0.244

3

89

J. MARTIN

+0.285

4

12

M. VIÑALES

+0.291

5

63

F. BAGNAIA

+0.306

6

88

M. OLIVEIRA

+0.394

7

33

B. BINDER

+0.398

8

30

T. NAKAGAMI

+0.425

9

5

J. ZARCO

+0.527

10

36

J. MIR

+0.562

 

15.50 Dieci minuti alla fine del warm-up. Aleix Espargarò è sempre in testa con due decimi e mezzo di margine su Quartararo, 3° Martin con la Ducati Pramac.

15.49 Finalmente uno squillo di Bagnaia!! 1’38″954 e quinta piazza provvisoria per Pecco, che sta girando con una combinazione hard-soft sulla sua Ducati GP22.

15.47 Molti piloti si stanno rilanciando per il secondo run dopo essersi fermati ai box. In questa fase quasi tutti montano la gomma hard all’anteriore.

15.45 Cade anche Luca Marini, in grandissima difficoltà oggi nel warm-up (22° in 1’39″8) dopo l’exploit di ieri in qualifica sul giro secco.

15.44 CLASSIFICA AGGIORNATA TEMPI:

1

41

A. ESPARGARO

1:38.648

2

20

F. QUARTARARO

+0.244

3

89

J. MARTIN

+0.285

4

12

M. VIÑALES

+0.291

5

88

M. OLIVEIRA

+0.394

6

33

B. BINDER

+0.398

7

30

T. NAKAGAMI

+0.425

8

36

J. MIR

+0.562

9

23

E. BASTIANINI

+0.606

10

21

F. MORBIDELLI

+0.722

 

15.42 Ritmo incredibile di Aleix Espargarò, che migliora ancora in 1’38″6 aumentando ulteriormente il suo vantaggio sugli inseguitori.

15.41 Strepitoso Aleix Espargarò!!! 1’38″7 per lo spagnolo dell’Aprilia, che rifila 169 millesimi a Quartararo e 182 al compagno di squadra Vinales (che vede però cancellarsi il suo miglior tempo).

15.39 Quartararo sfrutta al meglio la gomma soft nuova davanti ed è il primo a scendere sotto il muro dell’1’39”, ma arriva la risposta delle due Aprilia! 2° Aleix Espargarò e 3° Maverick Vinales a pochi millesimi dalla Yamaha!

15.37 Caduta di Bezzecchi purtroppo in curva 6. Nessuna conseguenza per il rookie romagnolo del Team Mooney VR46, che corre verso i box per usare la seconda moto nel finale di turno.

15.35 Grande equilibrio sinora in questa prima parte di warm-up, con 16 piloti racchiusi in meno di mezzo secondo in classifica! Chi vorrà fare la differenza, dovrà dimostrarsi superiore agli altri nella gestione delle gomme sulla lunga distanza.

15.33 CLASSIFICA AGGIORNATA TEMPI:

1

33

B. BINDER

1:39.046

2

30

T. NAKAGAMI

+0.027

3

20

F. QUARTARARO

+0.157

4

41

A. ESPARGARO

+0.259

5

12

M. VIÑALES

+0.276

6

88

M. OLIVEIRA

+0.324

7

21

F. MORBIDELLI

+0.324

8

63

F. BAGNAIA

+0.352

9

36

J. MIR

+0.373

10

42

A. RINS

+0.381

 

15.31 Quartararo alza ulteriormente l’asticella in 1’39″287, ma è sceso in pista con una gomma soft nuova all’anteriore che gli garantisce qualche decimo di vantaggio su tanti rivali.

15.29 Molto bene le Suzuki, con Joan Mir e Alex Rins al terzo e quarto posto entrambi in 1’39″4. Grande passo avanti di Oliveira, 2° in 1’39″3 con la KTM.

15.28 Aleix Espargarò si porta al comando in 1’39″3 davanti ad un ottimo Bezzecchi, mentre sale in sesta piazza Bagnaia in 1’39″5 con la Ducati.

15.26 Zarco al momento detta il passo in 1’39″4 davanti all’altra Ducati Pramac di Martin e a Bezzecchi. 4° Aleix Espargarò, 5° Bastianini.

15.24 Gomma dura davanti per Aleix Espargarò Bagnaia, Bastianini, Zarco, Marini, Mir, Morbidelli e Martin, optano invece per la soft Rins, Quartararo, Oliveira, Miller e Brad Binder.

15.22 La gomma soft al posteriore va per la maggiore in questo primo run, mentre all’anteriore la griglia si divide tra la mescola hard e quella morbida.

15.20 SEMAFORO VERDE!!! Tutti in pista a Termas de Rio Hondo per il warm-up della MotoGP!!

15.18 Tra due minuti comincia il warm-up: ultimi 40 minuti di prova prima del GP d’Argentina 2022 della MotoGP.

15.16 Fari puntati ovviamente sull’Aprilia del pole-man Aleix Espargarò, che va a caccia di riscontri importanti anche sul passo gara per poter sognare in grande verso il GP odierno.

15.13 E’ andata anche peggio a Bagnaia, costretto a partire dalla 14ma casella. Una situazione difficile per Pecco, in grave crisi sulla Rossa nella giornata di ieri. Il piemontese si trova a dover combattere piuttosto che guidare la sua GP22 e i problemi di pompaggio sul posteriore sono stati un po’ la cartina di tornasole del comportamento della sua Ducati. Il lavoro di questo warm-up diventa perciò fondamentale.

15.09 Sarà un turno di prove molto importante per Enea Bastianini e Francesco Bagnaia. Il romagnolo, leader del campionato, è reduce da delle qualifiche problematiche. Il 13° tempo parla chiaro delle difficoltà di Enea nel trovare il set-up ideale su una moto che mai ha guidato su questo circuito, ricordando che il Motomondiale mancava dal 2019 a Termas de Rio Hondo per l’emergenza Covid-19.

15.05 Ecco anche la classifica generale del Mondiale MotoGP 2022 dopo le prime due gare stagionali:

1. Enea Bastianini (Ducati) 30

2. Brad Binder (KTM) 28

3. Fabio Quartararo (Yamaha) 27

4. Miguel Oliveira (KTM) 25

5. Johann Zarco (Ducati) 24

6. Pol Espargaro (Honda) 20

7. Aleix Espargaro (Aprilia) 20

8. Alex Rins (Suzuki) 20

9. Joan Mir (Suzuki) 20

10. Franco Morbidelli (Yamaha) 14

11. Jack Miller (Ducati) 13

12. Marc Marquez (Honda) 11

13. Darryn Binder (Yamaha) 6

14. Takaaki Nakagami (Honda) 6

15. Luca Marini (Ducati) 5

16. Maverick Vinales (Aprilia) 4

17. Alex Marquez (Honda) 3

18. Andrea Dovizioso (Yamaha) 2

19. Remy Gardner (KTM) 1

20. Francesco Bagnaia (Ducati) 1

15.01 Di seguito la composizione della griglia di partenza odierna in Argentina:

1. Aleix Espargarò (Aprilia)

2. Jorge Martin (Ducati)

3. Luca Marini (Ducati)

4. Pol Espargarò (Honda)

5. Maverick Vinales (Aprilia)

6. Fabio Quartararo (Yamaha)

7. Alex Rins (Suzuki)

8. Joan Mir (Suzuki)

9. Johann Zarco (Ducati)

10. Takaaki Nakagami (Honda)

11. Brad Binder (KTM)

12. Enea Bastianini (Ducati)

13. Francesco Bagnaia (Ducati)

14. Jack Miller (Ducati) (penalizzato di tre posizioni per aver ostacolato Quartararo in Q2)

15. Franco Morbidelli (Yamaha)

16. Miguel Oliveira (KTM)

17. Marco Bezzecchi (Ducati)

18. Andrea Dovizioso (Yamaha)

19. Alex Marquez (Honda)

20. Fabio Di Giannantonio (Ducati)

21. Raul Fernandez (KTM)

22. Remy Gardner (KTM)

23. Darryn Binder (Yamaha)

24. Stefan Bradl (Honda)

14.57 Il warm-up di Termas de Rio Hondo avrà dunque un valore maggiore rispetto ai weekend di gara tradizionali, con piloti e team che potranno effettuare dei long-run estremamente utili per la scelta delle gomme da montare in gara.

14.54 A causa dello svolgimento di due sole sessioni di prove libere (in seguito ai problemi logistici per il ritardo nel trasporto dei materiali), la durata del warm-up per la classe regina è stata raddoppiata. L’ultima sessione di preparazione in vista della gara sarà dunque di 40 minuti, dalle 15.20 alle 16 italiane.

14.50 Buon pomeriggio amici di OA Sport e benvenuti alla diretta del warm-up del GP d’Argentina 2022, terzo appuntamento stagionale del Mondiale MotoGP.

ORARIO GARA MOTOGP IN CHIARO SU TV8

LA NUOVA GRIGLIA DI PARTENZA DEL GP D’ARGENTINA: BAGNAIA E BASTIANINI GUADAGNANO UN POSTO

LA DIRETTA LIVE DI QUALIFICHE E GARA DI VALENTINO ROSSI NEL GT WORLD CHALLENGE DI IMOLA

JACK MILLER PENALIZZATO TRE POSIZIONI

MOTOGP OGGI: ORARI DOMENICA 3 APRILE, DIRETTA E PALINSESTO SKY

VIDEO: COSA E’ SUCCESSO TRA BAGNAIA E POL ESPARGARO’. POLEMICA E APPLAUSI IRONICI

FRANCESCO BAGNAIA: “CHIEDO SCUSA, SONO UMANO”

APRILIA IN POLE IN MOTOGP DOPO 21 ANNI

LA GRIGLIA DI PARTENZA DEL GP DI ARGENTINA

L’EDITORIALE DELLE QUALIFICHE: “FULMINE NERO” DISSOLVE “NUVOLA ROSSA”, APRILIA COLPISCE E BAGNAIA SPARISCE

LUCA MARINI SALVA L’ONORE DELL’ITALIA, BASTIANINI E BAGNAIA SPROFONDANO

FRANCESCO BAGNAIA SI INFURIA NELLA FP2: GESTO DI STIZZA, COSA E’ SUCCESSO?

LA CRONACA DELLE QUALIFICHE DEL GP DI ARGENTINA

ALEIX ESPARGARO’: “POLE CHE PREMIA TUTTA L’APRILIA”

LUCA MARINI: “QUESTO E’ IL MIO LIVELLO? FORSE ANCHE DI PIU’”

QUARTARARO: “MILLER MI HA ROVINATO IL GIRO”

VIDEO HIGHLIGHTS QUALIFICHE MOTOGP

22.55: E’ tutto per questa DIRETTA LIVE. Un saluto dalla redazione di OA Sport.

22.54: Per Bagnaia e Bastianini sarà un GP molto difficile, visti il 14° e il 13° posto finale e considerati i riscontri di Martin e di Marini c’è da riflettere non poco…

22.51: Da capire che cosa accadrà con Miller, undicesimo in questo time-attack, che nel giro di lancio ha danneggiato chiaramente Quartararo, sesto nel corso di queste qualifiche.

22.48: Dunque pole-position significativa per Aleix Espargaró con l’Aprilia che si è confermata molto forte a precedere le due Ducati di Jorge Martin (Team Pramac) e di Luca Marini (Ducati del Team VR46). Un riscontro che certifica la bontà della prestazione della moto di Noale, ma anche della Rossa. Questi riscontri pongono l’accento ovviamente sulla controprestazione di Bastianini 13° e Bagnaia 14°.

22.46: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP

1

41

A. ESPARGARO

1:37.688

2

89

J. MARTIN

+0.151

3

10

L. MARINI

+0.431

4

44

P. ESPARGARO

+0.477

5

12

M. VIÑALES

+0.508

6

20

F. QUARTARARO

+0.593

7

42

A. RINS

+0.767

8

36

J. MIR

+0.828

9

5

J. ZARCO

+0.849

10

30

T. NAKAGAMI

+0.888

 

BANDIERA A SCACCHI!!!

22.45: Grande Aleix Espargaro che regala la pole-position all’Aprilia con il crono di 1:37.688 a precedere di 0.151 Martin e di 0.431 Marini.

22.43: Martin si porta davanti con il crono di 1:37.839 a precedere l’Aprilia di Aleix Espargaro e di 0.280 Marini, mentre Quartararo è sesto dopo che il suo giro precedente era stato rovinato da Miller.

22.42: Nel frattempo Quartararo si stava lanciando, ma Miller in traiettoria ostacola il francese. Ci potrebbero essere delle sanzioni.

22.41: Ultimi 4′ di questo time-attack che definirà la griglia di partenza di domani.

22.41: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP

1

41

A. ESPARGARO

1:38.108

2

89

J. MARTIN

+0.317

3

20

F. QUARTARARO

+0.379

4

43

J. MILLER

+0.476

5

42

A. RINS

+0.547

6

5

J. ZARCO

+0.556

7

36

J. MIR

+0.556

8

10

L. MARINI

+0.657

9

12

M. VIÑALES

+0.772

10

33

B. BINDER

+0.895

 

22.40: Rins 5° a 0.547 e Mir 7° a 0.556. Marini dunque ottavo a 0.657.

22.39: Migliora Zarco ed è quinto a 0.556 davanti a Marini, ma arrivano le Suzuki.

22.38: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP

1

41

A. ESPARGARO

1:38.108

2

89

J. MARTIN

+0.317

3

20

F. QUARTARARO

+0.379

4

43

J. MILLER

+0.476

5

10

L. MARINI

+0.657

6

12

M. VIÑALES

+0.772

7

42

A. RINS

+0.852

8

33

B. BINDER

+0.895

9

5

J. ZARCO

+1.186

10

30

T. NAKAGAMI

+2.184

 

22.36: Aleix Esargaro ottiene il miglior tempo con l’Aprilia a precedere di 0.317 Martin e di 0.379 Quartararo. Miller quarto a 0.476, ma poco dopo si stende in curva-1. L’australiano corre ai box per salire sull’altra moto, mentre ottimo Marini in quinta posizione a 0.657 con l’altra Rossa.

22.33: Tutti i piloti in pista per centrare il miglior crono possibile.

22.30: VIA ALLA Q2!!!

22.27: Sarà interessante capire a questo punto se l’Aprilia si saprà confermare per la pole.

22.25: Ci si prepara alle 22.30 per una Q2 purtroppo senza i nostri migliori alfieri al via.

22.23: Momento molto difficile per Bagnaia soprattutto, dal momento che le aspettative erano decisamente diverse…

22.20: Di seguito l’ordine dei tempi definitivo della Q1:

POS # RIDER GAP

1

44

P. ESPARGARO

1:38.501

2

30

T. NAKAGAMI

+0.022

3

23

E. BASTIANINI

+0.065

4

63

F. BAGNAIA

+0.109

5

21

F. MORBIDELLI

+0.304

6

88

M. OLIVEIRA

+0.370

7

72

M. BEZZECCHI

+0.376

8

4

A. DOVIZIOSO

+0.437

9

49

F. DI GIANNANTONIO

+0.625

10

25

R. FERNANDEZ

+0.652

 

22.19: Niente da fare per Bastianini e Bagnaia che sono rispettivamente terzo e quarto a 0.065 e a 0.194 dalla vetta.

22.17: Bagnaia prova ridestarsi ma l’1:38.610 non gli consente di centrare il best time. Comanda Pol Espargaro con la Honda in 1:38.501 a precedere di 0.022 Nakagami e 0.109 su Pecco.

22.16: Bagnaia si rilancia per ottenere il pass in Q2.

22.15: Si migliora Morbidelli, ma è quarto a 0.337 dalla vetta di questa Q1. Nel frattempo volti molto tesi nel box di Ducati e Bagnaia è 14° senza un crono dignitoso.

22.12: Bagnaia torna ai box perché la Ducati è troppo nervosa, mentre Bastianini è secondo a 0.014 da Nakagami e i due sarebbero classificati.

22.11: Bagnaia in grandissima crisi con la moto e anche in questa tornata nulla di buono, mentre Bastianini si rilancia.

22.10: Nakagami si prota in vetta con il crono di 1:38.913 a precedere di 14 millesimi Bastianini e di 0.719 Di Giannantonio. Bagnaia è 11° a 3.651 e fa tantissima fatica a trovare stabilità.

22.07: Tutti in pista con le mescole hard/soft.

22.05: VIA ALLA Q1!!!

22.03: Pecco dovrà dimenticare quanto accaduto nel corso della FP2 per esprimere il suo potenziale.

22.00: Per Bastianini e Bagnaia sarà necessario trovare la concentrazione e ottenere i primi due tempi di questa Q1 per aver accesso alla Q2 e giocarsi le posizioni nobili.

21.56: Un Bagnaia molto nervoso e poco sereno dunque nel corso di queste libere. Ora vedremo se lo troveremo un po’ più sereno.

21.54: Contesto molto complicato quindi per il leader del campionato e per Pecco, con evidenti problemi di messa a punto con la Ducati.

21.50: Per questo nelle qualifiche che cominceranno alle 22.05, Bastianini e Bagnaia dovranno partire dalla Q1.

21.47: Situazione molto difficile per Bagnaia e Bastianini estromessi dalla Q2. Il pilota piemontese non è andato oltre il 12° crono a 0.699 dalla vetta, non riuscendo a mettere insieme un buon giro nel corso della FP2 e sfogando non poco nervosismo ai box nei confronti di Pol Espargaro, reo di averlo ostacolato. Per quanto riguarda il leader del campioanto, 16° tempo a 0.741 e tante difficoltà nel trovare la messa a punto sulla GP21.

21.45: Aprilia scatenate nella FP2 di questo GP d’Argentina. Aleix Espargaro e Maverick Vinales hanno ottenuto i primi due tempi con il primo in 1:38.244 e il secondo in 1:38.544. Oltre ai citati, gli altri qualificati alla Q2 delle qualifiche sono Miller, Quartararo, Binder, Rins, Mir, Martin, Zarco e Marini.

21.42: Di seguito l’ordine dei tempi:

POS # RIDER GAP

1

41

A. ESPARGARO

1:38.244

2

12

M. VIÑALES

+0.210

3

43

J. MILLER

+0.219

4

20

F. QUARTARARO

+0.227

5

33

B. BINDER

+0.304

6

42

A. RINS

+0.375

7

36

J. MIR

+0.382

8

89

J. MARTIN

+0.460

9

5

J. ZARCO

+0.553

10

10

L. MARINI

+0.671

 

21.40: BANDIERA A SCACCHI!!!

21.39: Caduta nel frattempo in curva-1 per Marco Bezzecchi.

21.38: Bagnaia si lamenta del traffico e non riesce a mettere insieme un giro completo.

21.35: La maggior parte dei piloti tenteranno il time-attack con una hard sull’anteriore e una soft sul posteriore.

21.33: A 7′ dalla fine prepariamoci a un time-attack finale che definirà il quadro della situazione.

21.30: A 10′ dal termine le due Aprilia comandano le fila con Aleix Espargaro in vetta con il crono di 1:38.244 a precedere di 0.210 Vinales e di 0.227 Quartararo. Bagnaia è 11° ed è per il momento il primo degli esclusi dalla Q2, mentre Bastianini è 14°.

21.28: Quartararo migliora e si porta in terza piazza a 0.227 dalla vetta.

21.27: Si scuote Bagnaia che si porta in sesta piazza 0.699, mentre Bastianini è nono a 0.864. Con questo crono Bagnaia rientra nel novero della top-10 del combinato.

21.25: Scatenati i due piloti dell’Aprilia, con Aleix Espargaro che migliora il crono di Vinales (1:38.244) e si porta in vetta con 210 millesimi di vantaggio sul team-mate, mentre è terzo Mir a 0.571.

21.23: Time-attack impressionante di Vinales che realizza il crono di 1:38.454 in sella all’Aprilia davanti ad Aleix Espargaro di 0.502 e di Marco Bezzecchi di 0.796. Ora attendiamo la risposta degli altri.

21.22: Bastianini si ridesta un po’ portandosi in settima posizione a 0.400 dalla vetta con una combinazione hard/soft.

21.20: Quartararo si dà una bella scossa e si porta in quarta piazza 0.334 dal crono di Aleix Espargaro.

21.17: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato nella FP2:

POS # RIDER GAP

1

41

A. ESPARGARO

1:38.956

2

12

M. VIÑALES

+0.043

3

72

M. BEZZECCHI

+0.294

4

5

J. ZARCO

+0.368

5

42

A. RINS

+0.399

6

89

J. MARTIN

+0.420

7

63

F. BAGNAIA

+0.434

8

33

B. BINDER

+0.540

9

36

J. MIR

+0.622

10

43

J. MILLER

+0.637

 

21.15: ATTENZIONE! Problemi al motore molto serio per Brad Binder che così è costretto a fermarsi.

21.14: Segnalo di vitalità per Bagnaia che si porta in settima piazza dopo aver inanellato una serie di giri: 1:39.390 per lui a 0.434 dalla vetta.

21.11: 1:39.848 per Bagnaia che continua a girare su questo ritmo, mentre Miller conferma le difficoltà di Ducati in frenata.

21.10: Da considerare i problemi di Enea Bastianini, solo 20° in questo turno a 1.602 dalla vetta. Fa fatica il romagnolo a trovare la quadra.

21.10: 1:39.796 per Bagnaia che forse potrebbe anche fare un lavoro sul long run.

21.08: 1:39.947 per Bagnaia che completa un giro non velocissimo, non un buon segnale per lui.

21.05: Bagnaia ha cercato di lanciarsi in questa tornata, ma è andato lungo nel secondo settore della pista. Ancora problemi in inserimento per lui.

21.03: Nel frattempo caduta in curva-1 di Pol Espargaro su Honda. Nessuna conseguenza per lui.

21.02: Aprilia fortissima! Dietro ad Aleix Espargaro, c’è Maverick Vinales a 0.043 dal suo compagno di squadra. Da dire che quest’ultimo ha ottenuto il suo best time con due gomme soft, a differenza del team-mate (hard-soft). Bagnaia ottavo a 0.656, attualmente fuori dalla top-10 della classifica combinata, mentre Bezzecchi è terzo in questo turno a 0.294 dalla vetta.

21.00: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP

1

41

A. ESPARGARO

1:38.956

2

72

M. BEZZECCHI

+0.294

3

89

J. MARTIN

+0.420

4

5

J. ZARCO

+0.463

5

36

J. MIR

+0.622

6

43

J. MILLER

+0.637

7

63

F. BAGNAIA

+0.656

8

30

T. NAKAGAMI

+0.661

9

20

F. QUARTARARO

+0.692

10

88

M. OLIVEIRA

+0.771

 

20.57: Super Aleix Espargaró che con l’Aprilia è il primo pilota ad abbattere il muro dell’1:39: 1:38.956 con 0.294 di margine su Bezzecchi e 0.420 su Martin. Settimo Bagnaia 0.656 e nono Quartararo a 0.692.

20.55: Aprilia con Aleix Espargaró fortissima e soprattutto nell’ultimo settore, mentre Bagnaia settimo a 0.496 fa fatica.

20.53: Martin si migliora con il crono di 1:39.376 ed è terzo in questo turno a 0.260 da Aleix Espargaro, mentre Bagnaia è sesto a 0.496.

20.52: Miglioramenti significativi in pista con Aleix Espargaro che si conferma davanti in 1:39.116 a precedere di 0.134 Bezzecchi e di 0.462 Mir. Bagnaia è quinto a 0.496 in questa FP2.

20.50: Quartararo guadagna una posizione ed è secondo in questo turno a 0.358 da Aleix Espargaro.

20.48: Aleix Espargaro vola con il crono di 1:39.293 a precedere di 0.648 Martin e di 0.706 Quartararo. Bagnaia è 5° a 0.867.

20.46: L’Aprilia continua a far vedere ottime cose con Aleix Espargaro che comanda con il crono di 1:39.760 a precedere di 0.416 Morbidelli e di 0.455 Mir.

20.45: Praticamente tutti con l’anteriore hard e con il posteriore soft. Zarco comanda con il crono di 1:40.264 a precedere Bezzecchi di 0.105 ma siamo solo all’inizio del turno.

20.43: Tutti in pista i piloti per saggiare le condizioni dell’asfalto del circuito di Termas de Rio Hondo.

20.41: Visto quanto accaduto con il ritardo dei voli cargo, i piloti avranno 60′ di tempo a disposizione per trovare la quadra.

20.40: VIA ALLA FP2!!!

20.37: Eccellente in alcuni momenti, ma mai capace di completare un fine settimana perfetto. Come accaduto anche in Indonesia. La gara argentina sarà la grande occasione per Alex Rins e Joan Mir di mettere a posto tutte le tessere del puzzle e, finalmente, sfruttare a pieno il valore di una moto che sembra pronta a essere protagonista lungo tutto il corso dell’annata.

20.34: L’esordio di Lusail aveva messo in mostra una GSX-RR eccezionale. Maneggevole, veloce e efficace in ogni modalità. Poi, dalle qualifiche del Gran Premio del Qatar, la Suzuki è tornata quella di un anno fa.

20.31: Francesco Bagnaia arriva al terzo impegno con appena 1 punto in classifica, mentre il suo vicino di box Jack Miller ha fatto poco di più. La nuova moto sembra ancora in ritardo nel percorso di sviluppo, ma a Borgo Panigale sono convinti che, quando arriveranno, lo faranno per dominare la scena.

20.28: Tra le grandi delusioni di questo primo scorcio di annata non possiamo non annoverare il team Ducati ufficiale.

20.24: Secondo i tecnici Brembo questo circuito rientra nella categoria dei circuiti mediamente impegnativi per i freni. In una scala da 1 a 5 si è meritato un indice di difficoltà 3. ​Il tracciato non viene utilizzato da parecchi mesi e ciò significa che i piloti MotoGP si troveranno di fronte un asfalto molto sporco e per niente gommato. Solo con l’aumentare delle sessioni l’aderenza migliorerà, permettendo di osare di più in accelerazione così come in staccata.

20.21: Il circuito di Termas de Río Hondo è mediamente veloce, con un lungo rettilineo opposto ai box che porta al tornantino di curva 5, mentre la seconda parte del circuito è più veloce con curve e contro curve da raccordare. Il tornantino della curva 13, poco prima del rettilineo di arrivo, obbliga a frenare con la moto inclinata a destra. Lì, compagni su Ducati, dopo uno scontro sono caduti Andrea Iannone e Dovizioso, nel 2016.

20.18: Il circuito di Termas de Rio Hondo si trova a sei chilometri dalla cittadina termale, dalla quale prende il nome, nella parte settentrionale dell’Argentina. È stato inaugurato ufficialmente a maggio 2008 con una gara del campionato per vetture turismo. Nel 2012 è iniziato il rinnovamento della pista, e Termas de Río Hondo è diventato uno dei circuiti più moderni, sicuri e spettacolari dell’America Latina. La sua lunghezza è di 4.806 metri, con 14 curve, cinque a sinistra e nove a destra, e il rettilineo principale misura poco più di un chilometro.

20.15: Tra 25′ si comincerà quindi con una FP2 molto interessante.

20.12: Ora per i centauri della classe regina ci sono un paio d’ore di riflessione prima della seconda sessione di prove libere, che avrà luogo a partire dalle 20.40 italiane e sarà determinante per scegliere i set-up definitivi, nonché per determinare i dieci piloti ammessi direttamente alla fase decisiva delle qualifiche.

20.09: La miglior Ducati è, a sorpresa, quella di Marco Bezzecchi che ha sfruttato anche un gancio di Franco Morbidelli per ottenere la quinta performance. Il pilota del Team Mooney VR46 è l’unico della Casa di Borgo Panigale a essere nella top-10 provvisoria, in quanto Enea Bastianini e Francesco Bagnaia sono rispettivamente 11° e 12°.

20.06: Il terzo tempo di Pol Espargarò ribadisce il concetto. Aprilia ha confermato la sua ottima forma, in quanto Aleix Espargarò e Maverick Viñales hanno chiuso quarto e ottavo.

20.03: Nel finale si sono invece scatenati i time attack, per provare a ipotecare l’accesso diretto al Q2. Anche in questo caso Quartararo ha rubato l’occhio, proponendosi come l’uomo più solido del lotto. Il francese si è dovuto inchinare a Takaaki Nakagami, che conferma come Honda non possa mai essere sottovalutata su questo tracciato, almeno sul giro secco.

20.00: In ogni caso l’equilibrio ha regnato sovrano e anche le Aprilia sono apparse particolarmente pimpanti.

19.56: Nell’ora iniziale di free practice si è notato scarso grip, tanto che i dritti alla prima staccata si sono sprecati, soprattutto per quanto riguarda i piloti Ducati. Il principio del turno è stato caratterizzato da una leggera supremazia delle Yamaha in termini di passo, soprattutto da parte di Fabio Quartararo.

19.53: I centauri avranno a disposizione un’ultima ora di tempo per testare la pista, poi si sfideranno sul giro secco e si definirà la griglia di partenza della gara di domani.

19.50: Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE di prove libere 2 e qualifiche del GP di Argentina 2022, terza tappa del Mondiale MotoGP che va in scena sul circuito di Termas de Rio Hondo.

LA CRONACA DELLE PROVE LIBERE 1

LA CLASSIFICA DELLA FP1

18.45: E’ tutto per questa DIRETTA LIVE. Un saluto dalla redazione di OA Sport.

18.45: Appuntamento quindi alle 20.40 per la FP2 e sarà fondamentale nella seconda ora soprattutto per Bagnaia e Bastianini recuperare per arrivare pronti nelle qualifiche.

18.43 CLASSIFICA PROVE LIBERE 1 GP ARGENTINA MOTOGP 2022

1 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU HONDA 1’39.028 24 25 335.3
2 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’39.155 25 28 0.127 0.127 330.9
3 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team HONDA 1’39.223 23 24 0.195 0.068 332.7
4 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing APRILIA 1’39.224 18 19 0.196 0.001 336.2
5 72 Marco BEZZECCHI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’39.230 20 21 0.202 0.006 338.1
6 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’39.274 25 26 0.246 0.044 337.1
7 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’39.318 25 26 0.290 0.044 329.2
8 12 Maverick VIÑALES SPA Aprilia Racing APRILIA 1’39.396 22 23 0.368 0.078 336.2
9 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’39.425 24 26 0.397 0.029 336.2
10 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’39.427 26 26 0.399 0.002 335.3
11 23 Enea BASTIANINI ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’39.589 18 19 0.561 0.162 336.2
12 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team DUCATI 1’39.622 24 25 0.594 0.033 334.4
13 87 Remy GARDNER AUS Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’39.704 20 22 0.676 0.082 332.7
14 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL HONDA 1’39.756 24 27 0.728 0.052 334.4
15 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing DUCATI 1’39.802 23 27 0.774 0.046 336.2
16 10 Luca MARINI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’39.830 20 20 0.802 0.028 334.4
17 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team DUCATI 1’39.899 19 21 0.871 0.069 335.3
18 21 Franco MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’39.960 26 27 0.932 0.061 330.0
19 49 Fabio DI GIANNANTONIO ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’40.004 18 20 0.976 0.044 335.3
20 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing DUCATI 1’40.182 23 24 1.154 0.178 333.6
21 40 Darryn BINDER RSA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’40.293 22 23 1.265 0.111 333.6
22 6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team HONDA 1’40.346 22 23 1.318 0.053 334.4
23 25 Raul FERNANDEZ SPA Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’40.474 24 26 1.446 0.128 330.0
24 4 Andrea DOVIZIOSO ITA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’40.721 13 26 1.693 0.247 330.9

18.42: Per quanto riguarda gli altri italiani, Luca Marini è 16°, Morbidelli 18°, Di Giannantonio 19° e Dovizioso 24°. In questo contesto ha stupito non poco la Yamaha di Quartararo molto costante.

18.39: Il miglior riscontro della FP1 è stato ottenuto dal giapponese Takaaki Nakagami sulla LCR Honda con il crono di 1:39.028 a precedere di 0.127 il francese della Yamaha Fabio Quartararo e di 0.195 lo spagnolo della Honda Pol Espargaro. Molto bene Marco Bezzecchi con la Ducati del Mooney VR46 Racing Team , mentre più indietro Bastianini e Bagnaia al momento fuori dalla top-10: il romagnolo 11° a 0.561 e il piemontese 12° a 0.594.

18.37: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP

1

30

T. NAKAGAMI

1:39.028

2

20

F. QUARTARARO

+0.127

3

44

P. ESPARGARO

+0.195

4

41

A. ESPARGARO

+0.196

5

72

M. BEZZECCHI

+0.202

6

42

A. RINS

+0.246

7

88

M. OLIVEIRA

+0.290

8

12

M. VIÑALES

+0.368

9

33

B. BINDER

+0.397

10

36

J. MIR

+0.399

 

18.36: Niente da fare per Bagnaia e Bastianini, rispettivamente 12° e 11° a 0.594 e 0.561 da Nakagami.

18.35: BANDIERA A SCACCHI!!!

18.34: Nakagam si porta in vetta con il crono di 1:39.028 con 0.127 di margine su Quartararo e 0.195 su Pol Espargaro. 5° Bezzecchi a 0.202, vediamo se Bastianini e Bagnaia riusciranno a migliorare.

18.34: Ultimi scampoli di questo turno e tantissimi miglioramenti. Ve ne daremo presto conto!

18.33: Scatenato Quartararo che si porta in vetta con il crono di 1:39.155 a precedere di 0.293 Rins e di 0.331 Nakagami. Bezzecchi si porta in settima posizione 0.598, mentr e Bagnaia è 10° a 0.647.

18.30: Quartararo si migliora in maniera chiara e con il crono di 1:39.216 precede di 0.270 Nakagami e di 0.293 Aleix Espargaro. Bagnaia 8° a 0.586, mentre Bastianini è 15° 1.098.

18.28: Bagnaia con la soluzione hard/medium è quinto ora 0.316 e cerca di ritrovare il feeling. Sembra che la hard sull’anteriore dia maggiore stabilità.

18.25: 10′ alla fine con l’Aprilia di Aleix Espargaro che va fortissimo con il crono di 1:39.509 a precedere di 0.245 Rins e di 0.390 Quartararo. Zarco si dà una bello scossone, portandosi in quinta posizione a 0.483, mentre Bagnaia è nono a 0.632.

18.22: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP

1

41

A. ESPARGARO

1:39.509

2

42

A. RINS

+0.245

3

20

F. QUARTARARO

+0.390

4

44

P. ESPARGARO

+0.448

5

12

M. VIÑALES

+0.490

6

36

J. MIR

+0.520

7

63

F. BAGNAIA

+0.632

8

88

M. OLIVEIRA

+0.720

9

30

T. NAKAGAMI

+0.720

10

43

J. MILLER

+0.721

 

18.20: Ottimo tempo di Quartararo che ora è secondo a 0.390, con 18 giri compiuti in totale, mentre Bastianini è 12° a 0.805.

18.18: Ottimo tempo di Quartararo che ora è secondo a 0.390, con 18 giri compiuti in totale, mentre Bastianini è 12° a 0.805.

18.16: Si migliorando Bagnaia e Bastianini: 6° il pilota piemontese 0.632 e 13° Bastianini a 0.935.

18.15: 1:39.509 per Aleix Espargaro che precede di 0.448 Pol Espargaro e di 0.481 Quartararo. In pista Bagnaia che prova a migliorare.

18.13: Implacabile l’Aprilia in questo momento che sta girando fortissimo con Aleix Espargaro in 1:39.745 a precedere di 0.212 Pol Espargaro e di 0.245 Quartararo.

18.12: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP

1

41

A. ESPARGARO

1:39.847

2

44

P. ESPARGARO

+0.110

3

20

F. QUARTARARO

+0.143

4

12

M. VIÑALES

+0.152

5

30

T. NAKAGAMI

+0.382

6

43

J. MILLER

+0.383

7

42

A. RINS

+0.398

8

33

B. BINDER

+0.432

9

21

F. MORBIDELLI

+0.477

10

36

J. MIR

+0.531

 

18.09: Risponde Pol Espargaro con la Honda, montando soft/medium, secondo a 0.110 dal fratello Aleix. Terzo Quartararo a 0.143, mentre ottavo Morbidelli a 0.477. Bagnaia è 11° a 0.637 e Bastianini 21° a 1.533.

18.08: ECCOLO QUI! Aleix Espargaro si porta in vetta con il crono di 1:39.847 che sta girando con la gomma soft nuova a precedere di 0.143 Quartararo e di 0.263 Vinales.

18.07: Vinales si porta in seconda posizione a 0.120 da Quartararo che resta sempre in vetta, ma attenzione all’altra Aprilia di Aleix Espargaro con una serie di caschi rossi.

18.04: Yamaha che sta rendendo meglio del previsto visto il miglior tempo di Quartararo, mentre Morbidelli è sesto a 0.334 dal compagno di squadra.

18.01: Quando mancano poco più di 30′ al termine da notare come Quartararo con la Yamaha sia piuttosto in palla, con la Ducati che si scuote con Miller ora seconda 0.240 dal francese della Yamaha, mentre Bagnaia è ottavo a 0.494 e con difficoltà in frenata. Bastianini solo 19° a 1.390. In evidente difficoltà il romagnolo che mai ha girato con una MotoGP su questa pista.

18.00: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP

1

20

F. QUARTARARO

1:39.990

2

33

B. BINDER

+0.289

3

36

J. MIR

+0.388

4

12

M. VIÑALES

+0.414

5

42

A. RINS

+0.426

6

30

T. NAKAGAMI

+0.483

7

63

F. BAGNAIA

+0.494

8

88

M. OLIVEIRA

+0.648

9

21

F. MORBIDELLI

+0.703

10

41

A. ESPARGARO

+0.725

 

17.58: Per Bagnaia un miglioramento, ma è sempre settimo a 0.494. Tuttavia ci sono dei problemi sulla Rossa in frenata.

17.55: Nel frattempo Quartararo migliora ancora ed è il primo ad abbattere il muro di 1:40: (1:39.990) con un vantaggio di 0.289 su Binder e 0.388 su Mir. Bagnaia nel frattempo si è fatto passare dal francese della Yamaha e ora è settimo a 0.674. Bastianini 16° a 1.390.

17.53: Arrivano ora tempi interessanti con Quartararo che si porta davanti con il crono di 1:40.335, mentre Bagnaia sale in quarta posizione a 0.329. Da notare che il pilota della Yamaha abbia preso come riferimento quello della Ducati in pista.

17.52: In casa Italia, Morbidelli è il migliore con la Yamaha a 0.220 da Nakagami, mentre in casa Ducati si fa fatica con Bagnaia 15° a 0.894 dalla vetta con una combinazione soft/medium.

17.50: Nakagami in vetta con il crono di 1:40.473 a precedere di 76 millesimi Binder e di 0.096 Binder.

17.48: Quartararo si porta in vetta con il crono di 1:40.549 a precedere di 0.041 Binder e di 0.118 Rins. Il francese della Yamaha sta girando con una soft/medium, mentre il sudafricano della KTM con una hard/medium. Indietro Bagnazia e Bastianini, in 15ma e 16ma posizione, con un ritardo di 0.818 e di 0.831. Siamo solo all’inizio…

17.45: Pista sempre più gommata e Alex Rins si porta al comando con il tempo di 1:40.667 a precedere di 31 millesimi Quartararo e di 48 Aleix Espargaro. Finora indietro sia Bagnaia 12° (+0.777) che Bastianini 13° (+0.790).

17.41: Si abbassano i crono con Nakagami che ottiene il miglior riscontro con il tempo di 1:41.540 con una soluzione soft/medium a precedere di 0.008 Quartararo e di 0.162 Martin. 5° Morbidelli a 0.589, mentre Bagnaia è ottavo a 0.706. Pista che si sta gommando.

17.39: Iniziano ad arrivare i primi tempi con la Honda di Takaaki Nakagami che con la LCR Honda ottiene il crono di 1:43.246 a precedere di 0.105 Aleix Espargaro con Aprilia, ma siamo solo all’inizio…

17.37: Tutti in pista e ora vedremo quale sarà l’adattamento delle moto.

17.35: VIA ALLA FP1! Prepariamoci a vivere una prima sessione molto intensa!

17.31: Ci si prepara dunque per una FP1 particolarmente movimentata, vista la compressione della giornata.

17.28: Da valutare le condizioni dell’asfalto di Termas de Rio Hondo. I piloti avranno a disposizione un’ora per trovare la messa a punto ideale.

17.25: Termas de Rio Hondo richiede maggiore potenza rispetto a Mandalika, per cui il rischio per Yamaha è vedere i rivali superarli nei rettilinei come accaduto a Lusail.

17.21: In poche parole, dove c’è bisogno di velocità di punta, come in Qatar, la M1 ha mancato l’appuntamento, mentre sul circuito indonesiano molto più tecnico, la moto nipponica ha impressionato.

17.18: Male a Lusail, molto bene a Mandalika. Questo potrebbe essere il riassunto dell’avvio di stagione per quanto riguarda la Yamaha.

17.15: Pol Espargarò avrà sulle spalle tutta la pressione per tenere in alto la moto del team Repsol, mentre Takaaki Nakagami e Alex Marquez proveranno a barcamenarsi con le Honda del team LCR che, per il momento, hanno marcato visita in queste prime due gare.

17.12: Non sarà un weekend semplice per la Honda. Senza Marc Marquez l rischio è vivere una gara in anonimato.

17.09: La nuova moto sembra ancora in ritardo nel percorso di sviluppo, ma a Borgo Panigale sono convinti che, quando arriveranno, lo faranno per dominare la scena. Al momento, invece, la GP21 risulta la più prestazionale, sfruttando il know-how della passata stagione.

17.06: Tra le grandi delusioni di questo primo scorcio di annata non possiamo non annoverare il team Ducati ufficiale. Francesco Bagnaia arriva al terzo impegno con appena 1 punto in classifica, mentre il suo vicino di box Jack Miller ha fatto poco di più.

17.03: Si comincia alle 17.35 italiane con la FP1, mentre la FP2 è prevista alle 20.40 (la classifica combinata di libere 1 e libere 2 stabilirà i qualificati in Q2 e in Q1). Le qualifiche inizieranno a partire dalle 22.05 italiane.

17.00: La pista sudamericana sarà anche un’insidia visto che l’asfalto non dovrebbe offrire tanto grip e nel lavoro di messa a punto sarà da tenere in debito conta. In un contesto del genere i piloti di maggior esperienza potrebbe trovarsi avvantaggiati rispetto a chi ha meno informazioni sul modo di procedere.

16.57: Da questo punto di vista sarà interessante capire in che modo i centauri si comporteranno. Non saranno ammessi errori e ogni passo dovrà essere ben studiato per non perdere troppo tempo.

16.54: Ecco che sarà un giorno non facile da gestire dal momento che sarà necessario avere una buona messa a punto sia per il time-attack che per la corsa domenicale.

16.51: Come è noto i ritardi sui voli cargo previsti per trasportare in territorio argentino moto e materiali hanno costretto gli organizzatori a stravolgere completamente l’ordine delle cose del fine-settimana.

16.48: Sul tracciato di Termas de Rio Hondo, si prospetta una giornata molto intensa per i piloti e i tecnici costretti a condensare il loro lavoro per la cancellazione del venerdì di libere.

16.45: Buongiorno e bentrovati alla DIRETTA LIVE del sabato di prove libere e di qualifiche del GP di Argentina, terzo round del Mondiale 2022 di MotoGP.

LA DIRETTA LIVE DI FP1, FP2 E QUALIFICHE DI MOTO2 ALLE 14.20, 16.30 E 19.45

LA DIRETTA LIVE DI FP1, FP2 E QUALIFICHE DI MOTO3 ALLE 13.15, 15.25 E 18.50

Foto: Lapresse

[ad_2]

Source link