[ad_1]

Cesena, 1 aprile 2022 – I carabinieri della compagnia di Cesenatico hanno fermato un uomo ritenuto responsabile dell’aggressione e della violenza sessuale commessa su una donna di 60 anni, l’11 febbraio scorso. La vittima era stata avvicinata mentre passeggiava nei pressi della foce del Rubicone, a Gatteo Mare (Forlì Cesena), picchiata e stuprata in spiaggia. L’aggressore si è poi dato alla fuga. 

I militari, coordinati dal pm Lucia Spirito, hanno identificato l’indagato, di nazionalità marocchina (irregolare sul territorio nazionale). L’indagato, senza fissa dimora, era presente solo casualmente nei pressi della Valle del Rubicone ed è stato rintracciato il 26 marzo in un comune della provincia di Verona. I militari lo hanno individuato e fermato, dopo un servizio di osservazione andato avanti per circa dodici ore. Il fermo è stato convalidato e l’uomo si trova ora in carcere, nella casa circondariale di Verona Montorio.

Come ricostruiscono i carabinieri, era sprovvisto di documenti di identità, fino a quel momento mai censito nelle banche dati delle forze di polizia, e pertanto, irreperibile. Il tribunale di Verona ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere il 30 marzo scorso, all’esito dell’udienza di convalida della misura pre-cautelare.

È stato inoltre perquisito il luogo in cui l’uomo aveva trovato dimora, un casolare in zona campestre in provincia di Verona, e sono stati trovati alcuni indumenti corrispondenti a quelli indossati dallo stupratore, descritti dalla vittima e desunti dagli investigatori nel corso dell’analisi delle immagini riprese dai sistemi privati di videosorveglianza.

 

[ad_2]

Source link