[ad_1]

Nelle ultime 24 ore sono stati 70.803 i nuovi contagi da Covid a fronte di 477.041 tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati. Il tasso di positività è al 14,8%, in lieve aumento rispetto al 14,4% di venerdì. Si contano 129 nuove vittime. I ricoverati nei reparti ordinari sono 9.949, 32 in meno rispetto a ieri, ma nel saldo tra entrate e uscite salgono di 17, a 493, i pazienti in terapia intensiva. Gli ingressi giornalieri sono stati 72. Il confronto con i dati di una settimana fa mostra che le terapie intensive stanno lentamente tornando a riempirsi: sabato scorso gli ingressi erano stati solo 45. E nel periodo lunedì-sabato di questa settimana gli ingressi sono stati 300 contro i 268 di quella precedente. Ad oggi gli attualmente positivi in Italia sono 1.277.611, 6.124 in più di ieri.

Il virologo Fabrizio Pregliasco ha detto che la variante Omicron 2 “ha fermato una situazione che vedeva un calo precipitoso della quarta ondata Covid che abbiamo subito durante l’inverno. Era proprio quell’andamento che aveva confortato e in qualche modo determinato l’annuncio di quelle disposizioni che sono ormai di fatto operative da ieri”, cioè la fine dello stato di emergenza Covid e l’allentamento di alcune misure che ci hanno accompagnato in questi mesi. “Si è smorzata anche quella percezione di una fine della pandemia”. I bollettini settimanali censiscono “un aumento dei ricoveri nella Penisola”. Ora “un importante banco di prova sarà il weekend pasquale“. Omicron 2, spiega all’Adnkronos Salute il docente dell’università Statale di Milano, “con la sua elevatissima diffusività e il coinvolgimento ancor più dei giovani, e complice lo sbalzo termico di questa primavera a basse temperature che aiuta i virus respiratori a diffondersi, ha determinato questo rialzo che stiamo vedendo. E’ frutto di questo combinato disposto di situazioni e della libertà che un po’ ci siamo presi. I modelli matematici ci dicono che purtroppo siamo ancora in una crescita. Credo che dobbiamo considerare un ulteriore fase di assestamento che potrebbe portare entro la fine di maggio a un abbassamento” dei numeri dell’epidemia in Italia “e a un valore come quello che avevamo sperimentato nelle due precedenti stagioni estive”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un’informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie,
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it


Sostieni adesso


Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Perugia, 17enne morta in ospedale: tra le ipotesi c’è anche l’influenza suina

next


Articolo Successivo

Guerra in Ucraina, corteo antimilitarista a Milano: “No all’aumento delle spese per l’esercito”. Cori contro Putin e la Nato – Video

next


[ad_2]

Source link

Di admin