[ad_1]

Aprile è cominciato senza traumi sul mercato del gas, nonostante il passaggio ai rubli richiesto dalla Russia. Il decreto firmato dal presidente Vladimir Putin è entrato in vigore, ma l’Europa continua a ricevere forniture regolari da Gazprom. Né poteva andare diversamente, visto che «i pagamenti per le attuali consegne non devono essere fatti oggi», com’è tornato a ricordare il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

A seconda dei contratti, il versamento si fa «in qualche momento della seconda metà…

[ad_2]

Source link