[ad_1]

Era alla sua 23esima partita in assoluto in Serie A Livio Marinelli che, finora, in carriera non aveva mai arbitrato il Milan: 11 gettoni in questa stagione e poche partite con le big (sempre di seconda fascia, come Inter-Salernitana): l’esatto opposto di quello che aveva chiesto di recente Paolo Maldini, lamentandosi col designatore Rocchi perché alla capolista venivano mandati arbitri giovani e inesperti ma come ha diretto il fischietto di Tivoli in Milan-Bologna?

Marelli: testata Ibra non è da fischiare

A fare chiarezza è Luca Marelli. L’ex arbitro comasco, moviolista di Dazn, è rimasto abbastanza soddisfatto dalla prova di Marinelli: “Ha arbitrato bene, ha lasciato correre molto forse anche troppo in alcuni momenti”

Sullo scontro tra Ibrahimovic e Medel, Marelli spiega:

“E’ il classico testa contro testa e non si può fischiare nulla. è stato bene l’arbitro a chiamare subito i sanitari”.

Rigore mancante Milan, Marelli: nulla da recriminare

Il Milan ha reclamato invano un rigore per una trattenuta di Theate su Giroud ma per Marelli non ci sono gli estremi per il penalty:

“Marinelli è in buona posizione e non è un episodio da Var perché l’entità della trattenuta deve essere valutata dal direttore di gara a meno che non l’abbia persa. È un episodio molto al limite perché Theate guarda solo l’avversario e non la palla”.

Marinelli migliore in campo secondo Costacurta

A promuovere a pieni voti l’arbitro Marinelli è invece Billy Costacurta che a Sky dice:

“Il Milan la partita l’aveva preparata bene, ma vedendo tutte le azioni si può dire che i quattro davanti – Giroud e i tre alle sue spalle – non sono stati tra i migliori in campo. Sono mancati a livello di precisione. Rivedendola, il Milan è mancato in attacco. E poi ha giocato contro un Bologna che stasera ha fatto bene: può capitare, ma il problema è che al Milan è già capitato. Infine, complimenti all’arbitro: per me è stato il migliore in campo”.

SPORTEVAI

[ad_2]

Source link