[ad_1]

Il Milan non va oltre il pari interno contro il Bologna. Nonostante le 33 conclusioni scagliate verso la porta di Skorupski, la formazione di Pioli non riesce a trovare il varco per sbloccare la partita e vede avvicinarsi pericolosamente Napoli ed Inter. Questi i nostri top e flop del match di San Siro:

MILAN

Maignan 6,5: straordinario l’intervento su Barrow nella prima frazione. 

Calabria 5,5: poco ordinato su Dijks in marcatura, cestina due grandi occasioni da gol. Confusionario  ( dal 29’ st Florenzi s.v)

Kalulu 6: concede poco o nulla ad Arnautovic.

Tomori 6: prova a suonare la carica fino alle fine, sbaglia qualche pallone in uscita ma è sempre attento in marcatura. 

Theo Hernandez 6: qualche buona accelerazione nella prima parte di gara. Scende di tono nella ripresa.

Bennacer 6,5: fosforo e polmoni al sevizio della squadra. Impegna due volte Skorupski dalla distanza, di gran lunga il migliore dei suoi fino a quando non termina la benzina.  (dal 25’ st Kessie 5,5: sommerso dai fischi dei suoi stessi tifosi, gioca con il freno a mano tirato) 

Tonali 5: tanti palloni persi o giocati male, poca intensità.

Messias 4,5: Pioli gli rinnova la fiducia, a torto, dopo una serie di prestazioni mediocri. Questa sera il brasiliano riesce anche a fare peggio: mai pericoloso, sbaglia tutti i palloni toccati. Lento e involuto. ( dal 1’ st Rebic 5,5: entra in campo troppo nervoso e poco lucido nelle giocate)

Brahim Diaz 5,5: gli manca sempre lo strappo, la giocata vincente. Tanto impegno ma poca qualità.

Leao 5: ha sulla coscienza una grande occasione sprecata nella prima frazione. Gioca con superficialità. 

Giroud 6: stretto nella morsa organizzata da Soumaoro e Thete riesce comunque a rendersi pericoloso in due circostanze con due colpi di testa che esaltano le qualità di Skorupski. Non graffia ma lotta.     (dal 25’ st Ibrahimovic 5,5: ci mette cuore e grinta ma non basta, poteva fare meglio sul cross di Calabria che gira altro sopra la traversa)

All. Pioli 5: si intestardisce su Messias, tiene in campo un Tonali fuori fase. Ma quello che colpisce e’ l’approccio alla gara dei suoi in una partita così importante.


BOLOGNA

Skorupski 7: veste il mantello di Superman e sventa almeno 4/5 conclusioni con interventi perfetti. 

Soumaoro 6,5: una roccia al centro della difesa.

Medel 6,5: sempre al posto giusto nel momento giusto. Il cileno torna in quello che è stato il suo stadio e non sfigura nel suo derby personale. (dal 36’ st Bonifazi) 

Theate 6,5: reattivo su ogni pallone, conferma quanto di buono ha fatto vedere nel corso della stagione.

Hickey 6: viene schierato insolitamente a destra per cercare di limitare le galoppate di Theo e in parte riesce nella missione.  (dal 25’ st Kasius ) 

Aebischer 5,5: ha sui piedi la piu’ grande chances della partita ma decide di centrare Maignan.

Schouten 6: regia spesso elementare ma certamente efficace. 

Svanberg 5,5: impreciso nell’uscita palla al piede, soffre il pressing di Bennacer. ( dal 25’ st Soriano 6: muscoli a protezione della sua difesa nel finale)

Dijks 6,5: percorre km su km a ritmi sostenuti: magari non sempre con qualità ma crea parecchi fastidi a Calabria.   (dal 36’ st Mbaye)

Arnautovic 6: lotta da solo in mezzo alla difesa del Milan, ha il merito di far salire la squadra. Mezzo voto in meno perché non calcia mai in porta.

Barrow 6,5: entra dentro al campo e fa spesso male tra le linee alla difesa rossonera. Solo un grande intervento di Maignan al 27’pt gli nega la gioia del gol. (dal 15’ st Orsolini 5,5: perde tanti palloni ingenuamente )

All. Tanjga 7: il suo Bologna gioca una gara tatticamente perfetta.



[ad_2]

Source link