[ad_1]

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo d’inchiesta sulla morte di Piero Sonaglia, l’assistente di studio dei programmi Mediaset prodotti dalla Fascino di Maria De Filippi deceduto venerdì scorso dopo una partita di calcetto. L’uomo 51 anni, ha avuto un malore e si è accasciato al suolo dopo aver giocato sul campo di via Amenduni a Ostia con il figlio 25enne e alcuni amici. Il referto dei medici che hanno tentato invano di rianimarlo parla di “morte per infarto da trauma” ma sono stati disposti accertamenti per far luce su quanto accaduto il 1° aprile scorso. Secondo quanto riferisce Fanpage che dà la notizia, sulla salma è stata disposta l’autopsia, che verrà eseguita all’istituto di Medicina legale dell’Università di Tor Vergata, per verificare se a causare il decesso sia stato effettivamente un infarto o un possibile trauma subito durante il gioco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale.
Sostieni ora

Grazie,
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it


Sostieni adesso


Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Che tempo che fa, la lettera di Luciana Littizzetto a Will Smith: “Volevamo ricordarti per l’oscar e non per quella tua brutta figura di mer*a”

next


Articolo Successivo

Isola dei Famosi, Vladimir Luxuria a FqMagazine: “Mi aspetto le scuse di Vaporidis. Ilary Blasi? Fu mia complice in uno scherzo a Totti”

next


[ad_2]

Source link

Di admin