[ad_1]

di Mario Sconcerti

Analizzando e interpretando i calendari delle tre rivali, la classifica finale diventerebbe questa: 1 Inter, 2 Napoli, 3 Milan. Lo dicono i numeri, anche se l’imponderabile del calcio pu scombinarli in ogni momento

Chi vincer il campionato? la domanda che mi sento rivolgere in questi giorni un po’ dovunque, ma la realt che non ho una risposta, posso dire soltanto Milan, Inter o Napoli. In modo serio, niente di pi. Ci sono incastri infiniti. In pi questo il primo campionato in cui manca una squadra di riferimento. Non sai chi vincer e nemmeno chi perder di pi. Conta poco quello che pensiamo, conta quello che continuer ad accadere. Cento anni di cifre dicono che tutte e tre le squadre di testa per ora sono dentro i limiti per vincere. Il confine pi severo quello delle sconfitte, molto pericoloso superare le cinque partite perse, ma alla trentunesima giornata Milan, Napoli e Inter sono dentro il margine. Lo sono anche per il numero di partite in cui hanno segnato: 27 l’Inter (da adesso daremo per ricordato che ha una partita in meno), 27 il Napoli, 28 il Milan.

Un calendario da interpretare

Come se ne esce allora? Solo con il tifo? Direi che il tifo un ottimo punto di vista, ma bisognerebbe riuscire a rimanere oggettivi. E questo non facile. C’ un altro possibile inizio, riguarda il calendario, cio le partite che restano alle tre squadre di testa. Ma anche qui ci sono molti pericoli. Faccio un esempio: all’ultima giornata l’Inter giocher in casa con la Sampdoria e il Napoli andr a Spezia. Sono due avversari che si equivalgono, abbastanza agevoli. Ma se Spezia e Samp dovessero giocarsi la salvezza quel giorno, diventerebbero due partite complesse. Il Milan andr invece a Reggio Emilia contro il Sassuolo, partita delicata, ma il Sassuolo in casa ha battuto solo Salernitana, Venezia, Lazio, Fiorentina e Spezia. Gioca molto meglio in trasferta dove ha battuto Milan, Juve e Verona. Ho cercato allora di fare qualcosa di diverso, niente che possa eliminare il caso e l’opinione personale ma che ne limiti almeno il potere. Provo a spiegarmi.

Il metodo degli handicap

La prima cosa importante costruire due gruppi di squadre, quelle da incontrare in casa e quelle da incontrare in trasferta. Ad ogni squadra ho dato un handicap, cio un punteggio che ne fotografi il rendimento possibile. Esempio: senza la Juve, le squadre pi difficili da affrontare in trasferta sono Fiorentina, Roma e Lazio. A questo daremo un handicap 5. Alla squadra giudicata pi facile 1.
I due gruppi di squadre con gli handicap relativi, sono questi.
Squadre da affrontare in trasferta

Handicap 5 – Roma, Lazio, Fiorentina
3.5 – Verona, Torino, Atalanta
3 – Cagliari
2.5 – Sassuolo, Udinese, Bologna, Genoa
2 – Spezia, Empoli, Sampdoria
1 – Venezia, Salernitana
Squadre da incontrare in casa

Handicap 4– Roma e Lazio
3.5 – Atalanta
3 – Verona, Sassuolo, Fiorentina
2.5 – Torino, Udinese, Bologna
2 – Genoa, Cagliari, Empoli
1 – Spezia, Sampdoria
0,5 – Salernitana, Venezia

La spiegazione degli handicap

*La Fiorentina la squadra ad aver vinto di pi in casa, dieci partite, alla pari con l’Inter. Roma e Lazio sono a 9. Lazio e Fiorentina, sempre dopo l’Inter, sono le squadre che in casa hanno segnato di pi: 35 gol la Lazio, 33 la Fiorentina. Ecco perch hanno un handicap alto per chi gioca in casa loro. Scende il punteggio in trasferta.

*L’Atalanta ha lo stesso punteggio in casa e in trasferta anche se fuori ha vinto 10 partite e in casa appena 4. Da dieci partite il rendimento si abbassato molto in generale, solo 9 punti, 6 in casa e 3 in trasferta.

*Il Sassuolo ha un handicap pi alto fuori casa dove ha battuto Verona, Juventus e Milan. In casa ha vinto solo 5 volte, la Fiorentina come miglior avversario. Incontrer il Milan a Reggio Emilia all’ultima giornata.

*Verona, Torino e anche Cagliari sono squadre dure da incontrare in casa loro. Mentre diventata una trasferta abbastanza agevole quella a Genova, sponda Samp: quest’anno ha perso nove volte a Marassi. Ho tenuto invece pi alto della sua classifica il Genoa di Blessin che si sta confermando squadra organizzata, un avversario non semplice. Lo incontreranno sia il Milan che il Napoli. E anche il Cagliari di Mazzarri, soprattutto in casa.

*Considero in corsa per la salvezza solo Genoa, Cagliari e Sampdoria: hanno 22, 25 e 29 punti. Sopra i trenta per me sono salvi.

Il confronto

Ora prendiamo il calendario di Milan, Napoli, Inter e applichiamo l’handicap ai loro avversari. Le partite in trasferta sono in maiuscolo. L’handicap il punteggio accanto alla squadra avversaria. C’ un altro avviso importante. Per ogni punto di differenza nella classifica attuale, si assegna un punto di handicap. Quindi uno in pi al Napoli e da uno a quattro all’Inter secondo il risultato del recupero. Ecco che cosa viene fuori.

MILAN PUNTI 67

32 TORINO 3.5
33 Genoa 2
34 LAZIO 5
35 Fiorentina 3
36 VERONA 3.5
37 Atalanta 3.5
38 SASSUOLO 2.5
Il valore totale handicap del Milan 23



NAPOLI PUNTI 66

32 Fiorentina 3
33 Roma 4
34 EMPOLI 2
35 Sassuolo 3
36 TORINO 3.5
37 Genoa 2
38 SPEZIA 2
Il valore totale handicap del Napoli 19,5

INTER PUNTI
64
32 Verona 3
33 SPEZIA 2
34 Roma 4
35 UDINESE 2.5
36 Empoli 2
37 CAGLIARI 3
38 Sampdoria 1
Il valore totale handicap dell’Inter 17,5

La conclusione

Partendo dai distacchi attuali questo porterebbe a un risultato clamoroso. La classifica diventerebbe questa: 1 Inter, 2 Napoli, 3 Milan. Naturalmente tutto fuorch scienza, ma ha buone radici nei dati analizzabili. Il calendario una prova oggettiva, la classifica anche. I giudizi sulle squadre sono ormai abbastanza collaudati. un buon inizio di risposta alla domanda iniziale. Va da s che basta un calcio di rigore, una prodezza di uno qualsiasi fra le centinaia di giocatori coinvolti, o semplicemente una valutazione sbagliata, per ricominciare tutto da capo. Ma questo lo sapevamo gi.

5 aprile 2022 (modifica il 5 aprile 2022 | 15:52)

[ad_2]

Source link

Di admin