[ad_1]

Meteo: Weekend con Ciclone tipicamente invernale, più Freddo e pure Neve tra Sabato e Domenica, dettagli

Weekend invernale sull'Italia con piogge e neve a bassissima quotaWeekend invernale sull’Italia con piogge e neve a bassissima quotaCi aspetta un weekend invernale a causa del passaggio di un ciclone che provocherà un deciso calo delle temperature, tante piogge e pure la neve fino a quote molto basse per il periodo.
Gli ultimi aggiornamenti meteo lo confermano: è attesa una fase perturbata e fredda sull’Italia come non si vedeva da tanto tempo e che metterà a rischio tante regioni tra Sabato 2 e Domenica 3 Aprile.

Per capire il motivo di questa recrudescenza invernale fuori stagione dobbiamo analizzare il quadro sinottico europeo: ebbene, dal Polo Nord un flusso di correnti artiche investirà dapprima le Isole Britanniche e la Francia per poi irrompere bruscamente sul bacino del Mediterraneo, tuffandosi direttamente dalla Porta del Rodano.

Una parte dell’intenso flusso in uscita dal Rodano si spingerà verso Est, urtando contro i monti della Corsica nord-occidentale piegando poi verso Nord-Est, risalendo la costa del levante ligure con sostenuti venti di Libeccio e Ostro e raggiungendo infine il golfo di Genova, accompagnato da correnti di Scirocco e Levante (SE-E).
Una volta terminata questa circolazione si verificherà la formazione del minimo depressionario (Vortice Ciclonico) orografico proprio sul golfo di Genova, chiamato in termine tecnico “Genoa low” o depressione del golfo di Genova.

Questa dinamica è tipica dei mesi invernali e sovente foriera di nevicate fino a bassissima quota e precipitazioni abbondanti. E infatti nel corso della giornata di Sabato 2 Aprile il maltempo colpirà il nostro Paese ad iniziare dal Nord, con il rischio di piogge e nevicate fino a bassa quota; i fiocchi bianchi, pensate, potrebbero scendere fin sotto i 3/400 metri su Valle d’Aosta e Piemonte; quote leggermente più elevate invece su Lombardia e Dolomiti.
Col passare delle ore il Vortice Ciclonico traslerà verso Sud-Est. Saranno possibili piogge intense e temporali su Toscana, Lazio, Campania, Calabria e sulle due Isole Maggiori. Grazie a un marcato calo delle temperature, la neve potrà scendere copiosa sull’Appennino e sui rilievi sardi con fiocchi fin sotto i 400 metri di quota: un evento di tutto rispetto per l’inizio di Aprile.
Massima attenzione poi alle burrasche di vento in arrivo sulla Sardegna: le raffiche di Maestrale potrebbero infatti raggiungere i 100 km/h con il rischio più che concreto di mareggiate. Sul Mar Tirreno invece soffierà fortissimo il Libeccio.

Domenica 3 Aprile le condizioni meteo si manterranno instabili sui settori adriatici del Centro e al Sud con la possibilità di rovesci specie su Abruzzo, Molise, Puglia, Campania e Calabria. Altrove invece avremo maggiori schiarite sia pure in un contesto climatico piuttosto freddo.
Durante il pomeriggio aumenterà di nuovo l’instabilità su Nordovest, Emilia Romagna e sulla Toscana con il rischio di nuove piogge e nevicate a bassissima quota sull’arco alpino.


Formazione della Genoa Low. Freddo maltempo sull'ItaliaFormazione della Genoa Low. Freddo maltempo sull’Italia



[ad_2]

Source link

Di admin